Caserta: “Ban” internazionale. Turco non può tesserare giocatrici dell’area CEV

MODENA – Sarà un mercato azzoppato quello della Volalto 2-0 Caserta di patron Turco. Il club campano infatti, oltre ad avere il problema nel reperire giocatrici italiane di livello visto il diniego assoluto di alcune agenzie di procuratori dopo i recenti trascorsi, avrà anche un mercato internazionale geograficamente assai ristretto.

La società campana è infatti entrata nella “lista nera” dei club morosi o inadempienti che a livello internazionale hanno ricevuto un “ban”, ovvero il blocco internazionale per operazioni di mercato.

Nel caso della Volalto 2.0 il “ban” ha decorrenza dal 18/10/2019 ed è stato pubblicato sul sito FIVB nell’aggiornamento delle “bad company” messo online nella giornata di venerdì. Il blocco riguarda il tesseramento di atlete dell’area “CEV” per operazioni che Turco secondo le federazioni internazionali ha lasciato pendenti nella sua prima partecipazione alla Volalto di A2. Successivamente, pur iscrivendo la squadra come Volalto 2-0, le commissioni internazionali hanno riconosciuto la continuità operativa/gestionale dei due club dove è operante lo stesso Turco. 

Ora, a parte l’annunciata brasiliana Bruna Lara Lemos, la riconfermata Ludovica Dalia e il neo acquisto – non ancora ufficializzato – Maria Chiara Norgini, libero proveniente dal Baronissi – per il club sono impossibili le formalizzazione dei tesseramenti dell’opposta slovacca Kriskova e della schiacciatrice bulgara Dimitrova a cui la Cev non dovrebbe autorizzare il transfer. 

Sostieni Volleyball.it