Caserta: Confermate le anticipazioni. Squadra a Napoli, colori biancoazzurri e solite minacce

939
Presidentissimi... Fabris e Turco
Gl amici Fabris e Turco

CASERTA – Emergenza alle spalle? La Volalto Caserta torna sulla ribalta dopo la scampata retrocessione a cui il club campano, dopo una sgangherata stagione in A1, è stato salvato solo dal blocco dei campionati per la terribile pandemia.

Oggi il suo patron Nicola Turco torna a parlare di futuro in una autointervista. Ecco uno stralcio, che conferma le nostre anticipazioni, squadra a Napoli: “Farò allenare e alloggiare atlete e staff a Caserta, farò l’Academy e costruirò il villaggio del volley. Farò una serie C o una B2 sempre a Caserta, ma con l’A1 giocherò a Napoli al PalaVesuvio. Userò lo stesso metodo del Napoli Calcio: si allenano a Castelvolturno e giocano al San Paolo”.

Cambiano anche i colori sociali… “Due le opzioni: la nuova maglia di Napoli Volley oppure quella di CasertanaPallavolo . Qualora al PalaVignola dovessero essere tolti i pannelli fotovoltaici e ci metteranno in condizione di risolvere il problema del tetto, innalzandolo, ok allora per Caserta ed ok per nome e maglia. Viceversa, se così non dovesse essere, senza se e senza ma giocheremo a Napoli con i colori celesti”.  

Poi le reiterate modalità di minaccia, la conferma di un club che coprirà le proprie pecche con l’attivazione di una micro macchina del fango: “Oggi non voglio più scontri, però se raccontano fandonie interviene il mio gruppo editoriale”.

Sostieni Volleyball.it