Caserta: Una polveriera. I comunicati di Turco: “Lettere Fipav, Ameri, Castaneda…”

Presidentissimi... Fabris e Turco
Presidentissimi... Fabris e Turco

CASERTA – Sempre più nella bufera la Volalto che dopo la sconfitta con Monza rilancia un comunicato (e mezzo, uno riservato solo alla “stampa amica”)

Il comunicato post gara
Ormai è una guerra su tutti i fronti quella che la Volalto 2.0 sta combattendo ormai da 2 mesi.  Fronti diversi ma convergenti, tutti ad un unico scopo: fermare la Volalto e il presidente Turco! 
 
[…] Alessia Ameri nel treno litiga con le compagne in modo talmente pesante che sono dovuti intervenire i Procuratori. Il Coach Malcangi, di conseguenza, riceve il rifiuto di Ameri a scendere in campo e non riesce ad imporsi all’atleta cedendo. Così è costretto a cambiare formazione ed ecco che si fa male Cicolari e quindi Ameri deve giocare per forza!
 
Ma non è finita qui! Dieci minuti prima della partita, la Fipav nella persona di Cattaneo, invia una mail alla Volalto dicendo che Cicolari non può giocare non si capisce per quale motivo, visto che i regolamenti Fipav, dicono il contrario!
Il Club, quindi, invia una mail di risposta in cui chiarisce che la Cicolari ha avuto parere positivo, ha giocato in C come da referto e secondo i regolamenti federali FIPAV può giocare in A1 ma non può tornare più a giocare in C.
 
Così il club si riserva di agire in via civile contro questo che è un vero e proprio “boicottaggio” .
 
A ciò si aggiungono i procuratori che durante questo mese di acquisti hanno fatto una guerra e hanno bloccato tutte le atlete e imposto che non dovevano venire a Caserta a giocare. 
 
In altro comunicato rilasciato però solo ai media forse ritenuti “amici” Turco interviene sulla nostra anticipazione sulla rescissione contrattuale di Castaneda.   
 
——–


Rescisso il contratto con Castaneda per problemi interni con atlete, coach e staff

Il Club dopo il comportamento di Castaneda a Conegliano nei confronti dello staff aveva chiesto subito la camera di conciliazione. Il Procuratore ha chiesto di evitare la sala di conciliazione con un accordo che è stato firmato tra le parti e in questo modo si è chiusa definitivamente la vicenda Castaneda che quindi, da oggi, non è più una giocatrice della società del presidente Nicola Turco.

Uff. stampa  Caserta

 

Sostieni Volleyball.it