Caso Legnano: La Sab ancor più giù… -4 punti. Ma creditori e creditrici?

Legnano non ha dimostrato di aver pagato nemmeno il 50% dei compensi stagionali... Intanto la sa stagione è finita. L'inutilità delle sanzioni chieste dalla Legadonne

1168

MODENA – Ieri il Tribunale Federale ha deciso di sanzionare ulteriormente a Sab Legnano di nuovi 4 punti nella classifica di regular season 2017/18 (Legnano è già comunque retrocessa) e il suo presidente Nebuloni (che oggi era comunque già nel primo periodo di sospensione da ogni attività federale)  sospeso per ulteriori mesi 11 (undici) con decorrenza dal termine della sanzione già inflitta con il comunicato ufficiale del 13 Febbraio 2018.

La decisione del Tribunale è arrivato in seguito al provvedimento n. 02/2018 emesso dal Giudice di Lega Serie A Femminile il 1 Marzo 2018 con il quale si deferiva la Società SAB VOLLEY ssdrl Legnano ed il Presidente della stessa per non aver depositato nei termini regolamentari (28 Febbraio 2018) la documentazione attestante il pagamento del 50% dei compensi dovuti per la stagione 2017/2018 esaminata la documentazione acquisita, fatti che “risultano storicamente pacifici ed incontestati essendo peraltro ulteriormente asseverati dalla condotta inerte e contumace degli incolpati, dalla quale può desumersi l’assenza di giustificazioni e/o eccezioni idonee ad escludere la palese violazione delle norme richiamate nel capo di incolpazione; conseguentemente deve ritenersi
accertata la responsabilità degli incolpati in ordine ai fatti loro contestati”.

Ne parliano anche qui: Blog Comunichescion – Le sanzioni inutili (utili) della Legadonne contro (a favore) dei club insolventi. Tesserati gabbati

Sostieni Volleyball.it