Cev Cup: Busto Arsizio non fa sconti al Dresda. 3-0 e qualificazione

16mi di finale: Ritorno
Dresdner SC – Yamamay E-Work Busto Arsizio 0-3
(24-26, 17-25, 20-25)
Dresdner SC: Benson (L), Von Romer 1, Petter ne, Wezorke 2, Mollers 1, Stigrot 14, Maase 2, Korhonen ne, Segura 3, Radosova 11, Mrdak 4, Schwabe 7, Weitzel, Planinsec 2. All. Waibl.
Yamamay E-Work Busto Arsizio: Piani ne, Peruzzo ne, Herbots 11, Grobelna 17, Gennari 10, Cumino ne, Orro 1, Leonardi (L), Bonifacio 12, Meijners, Berti 7, Botezat. All. Mencarelli.
Arbitri: Micevski – Rejaeyan
Spettatori: 2300

Tutte le news di Cev Cup

DRESDA – Con una perentoria vittoria alla Margon Arena di Dresda la Yamamay E-Work Busto Arsizio conquista il pass per gli ottavi di finale di Cev Cup. 3-0 per le farfalle il risultato dell’incontro che, fatta eccezione per il primo set, davvero equilibrato, è sempre stato in mano a Gennari e compagne. Se ad inizio gara la squadra biancorossa aveva infatti sofferto le iniziative di Stigrot (la migliore delle tedesche) e socie, dopo aver vinto ai vantaggi il primo parziale con Grobelna e Gennari decisive, le bustocche hanno dominato la scena. Nel secondo game la pazzesca prestazione di Bonifacio a muro (5 nel parziale, 6 in totale) ha spianato la strada alla UYBA. Nel terzo, nonostante i cambi di Waibl, le farfalle hanno giocato in fiducia e mostrato il meglio del proprio repertorio, chiudendo agevolmente il match.

Oltre alla già citata Bonifacio (12 a tabellino), da segnalare la prova estremamente convincente di Grobelna, top scorer con 18 punti e il 49% offensivo, sempre ben innescata da una lucida Orro, brava a mandare in doppia cifra anche Herbots (11) e la sempre generosa Gennari (10). Ottimo il muro difesa biancorosso, con Leonardi protagonista di più di un recupero miracoloso, esaltando la squadra e la decina di tifosi Amici delle Farfalle sugli spalti.

Negli ottavi di finale le farfalle se la vedranno con la vincente di UVC Holding GRAZ – TJ OSTRAVA (match in programma domani). In ogni caso primo match in trasferta per la UYBA, tra il 18 e il 20 dicembre.

SESTETTI – UYBA: Orro – Grobelna, Bonifacio – Berti, Gennari – Herbots, Leonardi libero.  Dresdner: Von Romen – Stigrot, Mrdak – Planinsec, Radosova – Schwabe, libero Benson.

LA PARTITA – Nel primo set la UYBA parte forte e il muro di Berti fa chiamare time-out a Waibl (5-10); anche Orro mura (5-11), mentre Stigrot e Schwabe tentano il recupero (9-12); Radosova e Stigrot ritrovano il pari (14-14 time-out Mencarelli), poi Radosova e Schwabe schiacciano sull’acceleratore e costringono la UYBA a fermare ancora il gioco (18-15). Berti torna a -1 sfruttando il servizio di Botezat, entrata in battuta, Gennari conferma (19-18), mentre Radosova in pipe trova il 20-18. Gennari e Bonifacio non mollano (22-21), Orro al servizio propizia il nuovo pari sul 22. Grobelna supera a muro (22-23), Stigrot regala il 22-24, ma Radosova e Schwabe annullano (24-24). Ai vantaggi implacabili Grobelna e Gennari (24-26).

Le farfalle partono cariche con Gennari e Grobelna, a cui si aggiunge Berti che a muro fa chiamare tempo alle padrone di casa (0-4); la centrale passa anche in fast, Orro e Bonifacio murano alla grande (1-8), poi Radosova trova cambiopalla (2-8 dentro Mollers al palleggio). L’impatto della regista è buono e Mencarelli ferma il gioco (5-9), Mrdak mura il -3 (6-9), Radosova è scatenata da 4 e trova il -1 (8-9). Bonifacio con tre muri di fila ridà forza alla UYBA (7-12 tempo Dresdner), Gennari mura a sua volta il 7-13 e le farfalle volano (rientra Von Romer al palleggio). Grobelna tira a tutto braccio la doppietta dell’8-15, Herbots in pipe e da 4 porta al 13-19, di nuovo Grobelna da 2 inchioda il 13-20. Nel finale le farfalle amministrano, trovano il 17-24 con Grobelna e chiudono con Berti (17-25).

Dresda riparte con Wezorke per Mrdak e Segura in 4 (dentro per Radosova); la spagnola si presenta con attacco ed ace per il primo 3-1; Gennari (doppietta) trova il pari sul 5 e tiene sempre incollata la UYBA (8-7), che riesce a sorpassare con i muri di Herbots e Orro (8-10 time-out tedesco); l’ace fortunoso di Von Romer rimette tutto in gioco (10-10), Bonifacio trova buoni spunti (12-13), Stigrot e Segura regalano il 12-15 con due errori in attacco. Herbots firma l’ace del 12-16 e fa chiamare tempo a Waibl, mentre Grobelna continua a martellare in attacco (15-18 e 16-19); Segura riporta sotto le sue (18-19), ma Herbots chiude il lungo ed importante scambio che porta al 18-20 (dentro anche Maase per le tedesche). Grobelna sfonda ancora da posto 1 (18-21), Bonifacio mura il 18-22, Herbots di forza mette a terra la doppietta del 19-24. Chiude Bonifacio con un potente attacco dal centro (20-25).

HANNO DETTO
Mencarelli: “Complimenti alle ragazze, che dopo la partita di andata hanno cambiato completamente regime di allenamento, entrando perfettamente nel clima di questo match di ritorno; non voglio dire che questo è andato a discapito della partita con Scandicci, dove abbiamo dimostrato di esserci, almeno per i primi due set, ma senza dubbio un pensiero ad oggi c’era. C’era perchè sapevamo che il Dresdner è una squadra forte, non da primo turno: a differenza della gara del Palayamamay, oggi siamo riusciti a sfruttare qualche loro limite. Nel primo set eravamo un po’ contratti, soprattutto in ricezione, condizionati dal rendimento dell’andata, poi ci siamo sbloccati in tutti i fondamentali: era dunque un blocco mentale più che tecnico”.

Sostieni Volleyball.it