Cev Cup: Debutto con vittoria per Monza. Meijners e c. schiantano lo Zaporizhzhya 3-0

16. di finale Andata – Cev Cup 
Orbita ZNU Zodush ZAPORIZHZHYA – Saugella MONZA 0-3 (15-25, 12-25, 7-25)
Orbita ZNU Zodush ZAPORIZHZHYA: Luchko 5, Pass, Hrytsuniak 1, Kharchynska 6, Puhach 3, Savchenko 7, Nikolaichuk (L), Lutsenko, Matviichuk, Oliinyk, Lukhanina 1. Non entrate: Demyshyna. All. Komisarova.
Saugella MONZA: Ortolani 2, Costa 10, Squarcini 7, Skorupa 1, Danesi 13, Meijners 17, Bonvicini (L), Parrocchiale (L), Obossa 7. Non entrate: Heyrman, Di Iulio, Orthmann. All. Dagioni.
ARBITRI: Dimachi, Grieder.
NOTE – Durata set: 19′, 18′, 16′; Tot: 53′. Orbita ZNU Zodush ZAPORIZHZHYA: battute vincenti 0, battute sbagliate 10, muri 4, errori 18, attacco 33% Saugella MONZA: battute vincenti 12, battute sbagliate 9, muri 6, errori 11, attacco 59%. Spettatori: 133.

BUSTO ARSIZIO – Vittoria in scioltezza per la Saugella Monza nella gara di andata dei 16. di finale di Cev Cup di fronte a soli 133 spettatori.

Troppa la differenza di continuità tra le due squadre, con le lombarde capaci di offendere con il servizio, fin dall’inizio e con continuità, la ricezione della squadra guidata da Iryna Komisarova, praticamente mai entrata in partita. Monza super con Meijners (17 punti, di cui 7 ace ed il 50% in attacco), Mariana e Obossa in attacco e Squarcini e Danesi a farsi sentire centralmente (5 muri per la seconda). Bene anche Skorupa in cabina di regia e Bonvicini tra difesa e ricezione, capace di limitare i timidi tentativi di reazione della Orbita ZNU con Savchenko e Kharchysnka.

Dopodomani, giovedì 19 dicembre, alle ore 20.30, sempre al PalaYamamay di Busto Arsizio, andrà in scena la gara di ritorno (saranno le monzesi a beneficiare sulla carta del fattore campo): alla squadra di Dagioni basta vincere due set per volare agli ottavi di finale della manifestazione.

LA PARTITA  – Parte bene la Saugella Monza con le giocate di Ortolani, Meijners e Squarcini, 10-3 e Komisarova chiama time-out. Alla ripresa del gioco qualche pasticcio delle ucraine e le giocate centrali di Squarcini lanciano la Saugella sul 13-5. La Orbita tenta la reazione con gli assoli di Kharchynska, molto lucida in fase offensiva, ma le monzesi martellano bene in attacco e al servizio con Meijners e la neo-entrata Obossa, chiudendo il gioco 25-15 proprio con quest’ultima, autrice di un muro su Savchenko.

Il devastante turno al servizio di Mariana (due ace per lei), agevola anche le giocate di Obossa (attacco vincente e muro) e la Saugella Monza scappa subito sul 5-1 costringendo Komisarova al time-out. Alla ripresa del gioco Meijners continua ad andare a segno (8-1), ma la Orbita Znu spezza il filotto monzese con Savchenko, 9-4. Il servizio delle lombarde mette in difficoltà la ricezione delle ucraine, incapaci di contenere gli attacchi vincenti di Meijners e Mariana, efficaci anche al servizio (14-6). Continua il momento sì della Saugella Monza, con Mariana e Danesi a sfoderare il loro repertorio migliore (17-7). Dopo la giocata vincente di Obossa (19-8), Komisarova chiama la pausa per tentare di dare una scossa alle sue ma, alla ripresa del gioco, Monza mette la quinta con una Mariana (ace) e una super Danesi (due muri personali), chiudendo il gioco 25-12.

Pronti, via e la Saugella Monza scappa sul 9-1 con quattro ace di Meijners e qualche errore delle ucraine. Luchko spezza il break monzese (11-3) e si aggrappa ai pochi errori della squadra di Dagioni per provare a rientrare (12-4). La speranza però svanisce quando Meijners, Obossa e Squarcini firmano un punto a testa che lancia Monza sul 18-5 e Komisarova chiama time-out. Due ace di Meijners, il primo tempo di Squarcini e la giocata di Mariana regalano il set, 25-7 e la gara 3-0 alla Saugella Monza.

HANNO DETTO

Mariana (schiacciatrice Saugella Monza, foto): “Sono molto contenta: è stata una bella vittoria di squadra che dimostra quanto stiamo crescendo. Siamo entrate concentrate e abbiamo portato a casa un successo importante. E’ un periodo in cui lavoriamo molto e giochiamo tante partite, quindi non è semplice trovare il ritmo. Stiamo però allenandoci molto e bene per crescere, sia individualmente che di gruppo. Andiamo avanti così”.
 

Sostieni Volleyball.it