Cev Cup F.: Busto Arsizio sul velluto contro il Resovia. 3-0, Lowe 18 punti

CEV CUP – 8i DI FINALE – ANDATA
Unet e-work BUSTO ARSIZIO – Developres SkyRes RZESZOW 3-0 (25-22, 25-17, 25-22)
Unet e-work BUSTO ARSIZIO: Washington 3, Herbots 10, Gennari 10, Orro 4, Lowe 18, Bonifacio 6, Wang (L), Leonardi (L), Bici 1, Villani 1. Non entrate: Cumino, Piccinini, Bulovic (L), Berti. All. Lavarini.
Developres SkyRes RZESZOW: Frantti 13, Witkowska 1, Blagojevic 7, Efimienko-Mlotkowska 4, Valentin 4, Zaroslinska-Krol 12, Krzos (L), Przybyla (L), Grabka, Hawryla, Kaczmar, Mlejnkova, Polanska 1. All. Antiga.
ARBITRI: Dotan, Rogic.
NOTE – Durata set: 27′, 25′, 28′; Tot: 80′.

BUSTO ARSIZIO – Corre forte anche in Europa la Unet e-work Busto Arsizio che, nell’andata degli ottavi di finale della Cev Volleyball Cup, sconfigge per 3-0 il Developres SkyRes RZESZÓW. Al Palayamamay, davanti a 1800 tifosi (presenti anche una decina di supporter polacchi), Gennari e compagne hanno condotto le danze senza particolari angosce per tutta la durata dell’incontro. Fatta eccezione per un combattuto primo parziale, la UYBA è schizzata sempre avanti grazie all’ottima vena al servizio (7 ace) e agli spunti di Lowe (18 punti), Gennari ed Herbots (10 a testa). Da segnalare il rientro di Bonifacio dal primo minuto e l’ingresso di Villani nel terzo parziale su Herbots.

Per le ospiti Zaroslinska (12) e Frantti (13) le migliori. Ritorno il 5 febbraio in terra polacca.

LA PARTITA
Nel primo set l’avvio è equilibrato (5-5), poi una doppia fischiata a Lowe concede il primo break alle ospiti (5-7). La doppietta di Herbots rimette tutto a posto (7-7), ma la UYBA pasticcia e il Developres SkyRes fugge sul 7-9. Herbots (attacco ed ace) e il muro di Lowe ribaltano lo score (11-10), ma si procede a braccetto (14-13 Gennari chiude uno splendido scambio). La capitana trasforma tutto in oro (17-15), Lowe conferma il break (18-16), Bonifacio allunga (19-16 time-out Antiga). Zaroslinska non ci sta e con il muro torna a -1 (19-18), Blagojevic d’astuzia pareggia (19-19). Gennari dà ossigeno alla UYBA (21-19), l’invasione a rete delle ospiti vale il 22-19 (tempo Antiga), Lowe trova il set-ball (24-21) e chiude poco dopo 25-22. Gennari ed Herbots 6 a testa, Lowe 5, Zaroslinska e Frantti 4.

Secondo set: si parte ancora in equilibrio (4-4 con Frantti e Gennari in evidenza), poi Washington a muro rompe gli indugi (8-6); Herbots allunga (9-6), Orro con l’ace fa 12-8 e Antiga ferma il gioco. Herbots è indemoniata (13-9), Bonifacio risponde con un muro al muro di Zaroslinska (15-11), Lowe sempre a muro firma il +6 e fa chiamare tempo ad Antiga (17-11). Bici, entrata al servizio, sigla l’ace del 18-11, Gennari in lungolinea fa 19-12, Orro di prima intenzione fa saltare il pala (20-13) e poi mura il 21-15; il finale è in discesa e a chiudere è un’invasione polacca (25-17). Top scorer Lowe con 4 da una parte e Frantti dall’altra con 5. 5 muri per la UYBA.

Terzo set: le farfalle partono forte (3-0 Bonifacio), con Lowe che mura il 5-2, attacca il 6-3 e con il servizio fa 7-3. L’opposto USA firma anche il mani-out del 10-6, poi Lavarini inserisce Villani per Herbots. Zaroslinska è sempre la più pericolosa del Developres SkyRes e, insieme a Frantti (muro) prova il recupero (12-10); l’errore di Lowe fa interrompere il gioco a Lavarini (13-12), poi Gennari trova cambiopalla (14-12), ma Frantti rimette tutto in pari (14-14). La numero 1 ospite firma anche l’ace del 16-16, Blagojevic tiene ancora in corsa le sue (18-18), l’invasione UYBA regala il vantaggio (18-19). Una difesa di Leonardi si trasforma in punto e ribalta lo score (20-19 tempo Antiga), Lowe mura il 21-19, Orro dai 9 metri firma il 22-19 (ancora time-out Antiga). Nel finale Lowe fa 23-21 e 24-22, l’invasione polacca mette la parola fine al match.

DICHIARAZIONI
Gennari:L’avversario è assolutamente rispettabile e infatti è stato importante fare risultato pieno qui al Palayamamay. Andremo in Polonia per il ritorno con la certezza che ci basteranno due set per passare il turno, ma dovremo stare attente perchè già stasera le nostre avversarie hanno mostrato una buona pallavolo. Hanno difeso tanto e quando abbiamo abbassato il livello di battuta hanno saputo metterci in difficoltà. Noi abbiamo giocato una buona partita, ma possiamo fare ancora meglio“.

Sostieni Volleyball.it