MODENA (g.t.) – La Dinamo Krasnodar, pur senza le palleggiatrici Startseva e Surtseva (sostituite dal neoacquisto Moiseenko e dalla giovane Zinchenko) e la schiacciatrice Ozsoy (non tesserabile per la Coppa CEV), supera nuovamente lo Schwechat per 3-0 ed accede al Challenge Round dove affronterà il Tomis Constanta.

Quarti di finale: Ritorno: Risultati e programma
7 febbraio
Svs Post Schwechat (AUT) – Dinamo Krasnodar (RUS) 0-3 (22-25, 21-25, 23-25) (andata: 0-3) (la vincente nel Challenge Round affronta il Tomis Constanta)

8 febbraio
ore 18.30 A.E.K. Atene (GRE) – Galatasaray Istanbul (TUR) (andata: 0-3) (la vincente nel Challenge Round affronta la Stella Rossa Belgrado)
ore 20.30 Chateau D’Ax Urbino Volley (ITA) – Smart Allianz Stoccarda (GER) (andata: 3-0) (la vincente nel Challenge Round affronta il Mulhouse)

9 febbraio
Yamamay Busto Arsizio (ITA) – Aluprof Bielsko-Biala (POL) (andata: 2-3) (la vincente nel Challenge Round affronta lo Schweriner)

In grassetto le squadre qualificate

La formula
La formula della manifestazione prevede che le 32 squadre partecipanti disputino i Sedicesimi di Finale con gare di andata e ritorno che daranno accesso agli Ottavi di finale. Le sedici formazioni perdenti sono qualificate per i Sedicesimi di Finale della Challenge Cup, mentre le sedici vincenti giocano gli Ottavi di finale che qualificheranno ai Quarti di finale, giocati sempre con la medesima formula. Le quattro squadre vincenti il turno dei Quarti di Finale daranno vita ad un Challenge Round assieme alle quattro peggiori quarte classificate della League Round della Champions League: le quattro formazioni che usciranno vittoriose dal Challenge Round disputeranno semifinali e finali, sempre con la formula delle gare di andata e ritorno, per contendersi la CEV Cup 2011/12. Anche in questa competizione in caso di una vittoria per parte con qualsiasi risultato si disputerà il Golden Set sul campo della gara di ritorno.