Cev Cup F.: Finale di andata. Busto Arsizio fa la voce grossa: 0-3 in Romania con l’Alba Blaj

FINALE CEV CUP – Andata
CSM Volei Alba BLAJ – Yamamay e-work BUSTO ARSIZIO 0-3 (19-25, 16-25, 14-25)
CSM Volei Alba BLAJ: Baciu 2, Ninkovic 3, Lazarevic 7, Newcombe 8, Kitipova, Onyejekwe 5, Vujovic (L), Delros (L), Aleksic, Zhidkova 3, Cirovic, Karakasheva 3. Non entrate: Rus. All. Zakoc.
Yamamay e-work BUSTO ARSIZIO: Herbots 12, Gennari 13, Orro 6, Bonifacio 9, Meijners 14, Berti 4, Leonardi (L). Non entrate: Piani, Peruzzo, Grobelna, Cumino, Botezat. All. Mencarelli.
ARBITRI: Geukes, Vaitsiakhovich.
NOTE – Durata set: 24′, 23′, 19′; Tot: 66′.

SIBIU – In casa dell’Alba Blaj, un anno fa finalista in Champions League, la Yamamay va a vincere 3-0 la gara di andata di Cev Cup femminile. Vittoria netta in appena 66′ di gioco.

Prova monstre delle farfalle di Marco Mencarelli che chiudono il match con 11 muri a 5 (Bonifacio scatenata), attacco al 43% vs 25%, 11 ace all’attivo (3 a testa per Gennari, Orro e Meijners) contro 2 delle rumene.

Con questo risultato la squadra bustocca è sempre più vicina alla meta e martedì prossimo, nell’imperdibile match di ritorno al Palayamamay a Gennari e compagne basteranno solo due set per alzare al cielo una coppa che a Busto Arsizio manca dal 2012.

Nonostante i cambi in corso di coach Zakoc (dentro la seconda palleggiatrice Cirovic, Aleksic, Karakasheva e il secondo libero Delros), l’Alba Blaj non è mai sembrato in grado di poter reggere l’urto biancorosso: Orro, favorita dall’ottimo lavoro in seconda linea di Leonardi, ha distribuito egregiamente gli attacchi con Meijners (titolare nel ruolo di opposto dal primo minuto) top scorer con 14 punti, seguita da una Gennari super continua (13 con il 64%!) e la solita grintosissima Herbots con 12.

Ora la UYBA chiama a raccolta i suoi tifosi: l’appuntamento con la storia è il 26 di marzo, ore 20.30, al Palayamamay.

Tutte le news di Cev Cup

SESTETTI  – La UYBA parte con Orro – Meijners, Bonifacio – Berti, Gennari – Herbots, Leonardi libero. Alba Blaj risponde con Kitipova – Baciu, Onyejekwe – Ninkovic, Newcombe – Lazarevic, Libero Vujovic.

LA PARTITA Nel primo set la UYBA parte forte sfruttando le indecisioni delle padrone di casa e l’ace di Gennari (0-3); Herbots (doppietta) e Meijners allungano (1-6) e Zakoc ferma subito il gioco. Bonifacio mura due volte (1-8), Orro va a segno con l’ace del 2-10, Herbots con il mani-out fa 2-12, Zhidkova (entrata per Baciu) attacca out il 2-13 e il Blaj chiama ancora tempo. Bonifacio inchioda il 6-15, poi Newcombe e Onyejekwe provano a reagire (11-17) e Mencarelli chiama time-out. Orro a muro dà ancora forza alle farfalle (11-18), ma Onyejekwe e Lazarevic riaprono i giochi (14-18); Ninkovic sfrutta la rice lunga UYBA per il 15-18 (ancora tempo Mencarelli), poi Meijners trova finalmente cambiopalla (15-19). Leonardi difende e Gennari riallunga (17-21), Meijners affonda il nuovo +5 (17-22), Blaj regala 6 set ball (18-24), ancora la capitana chiude 19-25.

Newcombe prova ad accendere il Blaj (4-2), ma Meijners e l’ace di Herbots pareggiano subito i conti (4-4 dentro Aleksic per Onyejekwe); Meijners (attacco + 2 ace) supera e allunga (6-8), mentre Zakoc interrompe il gioco. Lazarevic tiene in scia le padrone di casa (8-9), che pareggiano con Newcombe (9-9); Meijners, il muro di Herbots e l’ace di Berti portano al 10-13, Kitipova attacca in rete il 10-14 (dentro Cirovic per lei e dentro il secondo libero Delros). Meijners attacca di forza l’11-15, Herbots prima sbaglia poi fa 13-16, ancora Meijners con astuzia porta al 13-17. Gennari in diagonale firma il +5 (13-18 time-out Blaj) e poi con una doppietta trova il 13-20 lanciando la UYBA verso il 2-0: nel finale Berti passa per il 15-22 e il 16-23, Herbots conquista 8 set-ball (16-24), Orro mura il 16-25 conclusivo.

Zakoc inserisce l’attaccante Karakasheva, ma l’avvio è ancora tutto biancorosso con Herbots e Gennari al top (3-5); Bonifacio mura il 4-7, Gennari tira la super parallela del 5-8, Meijners tira la bomba al servizio che vale il 6-10 (tempo Blaj). Leonardi con la difesa fa 7-11, Orro mura il 7-12 su Newcombe, Gennari firma l’ace del 7-13 (dentro ancora Cirovic al palleggio). Onyejekwe e l’out di Herbots fanno sperare le romene (11-15), ma Meijners e Bonifacio (attacco + muro) riallungano pesantemente (11-18 time-out Zarok); Orro va a segno con l’ace dell’11-19, Bonifacio fa 11-20. Il finale è tutto in discesa: Bonifacio mura ancora (12-22) e in attacco firma il 13-23, Gennari chiude 14-25.

HANNO DETTO

Gennari: “Davvero una grandissima prestazione da parte nostra: avevamo timore, in senso positivo, di questa squadra, per cui siamo partite ai 200 all’ora e non abbiamo mai calato il ritmo per tutto l’arco del match. Non le abbiamo praticamente mai fatte entrare in gara, imponendo il nostro gioco costantemente”.

Mencarelli: “La partita dice quello che ho sostenuto in più occasioni: noi siamo abituati a gestire intensità di gioco nettamente superiori a questo tipo di squadre; è merito del livello del campionato italiano che prepara molto bene i team che poi competono in Europa. Abbiamo fatto bene, c’era un po’ di tensione nel primo set, ma abbiamo aggredito bene e questo è stato fondamentale perché il Blaj, soprattutto in casa, può trovare risorse in tanti aspetti: l’abitudine al palazzetto, il forzare la battuta, il giocare il mani-out che mette in difficoltà anche una difesa incisiva come la nostra. Noi però abbiamo battuto forte e questo ha condizionato molto il loro cambiopalla. Facciamo tesoro di tutto questo per la gara di ritorno, loro non avranno nulla da perdere e proveranno ad aggredirci esattamente come abbiamo fatto noi qui oggi”.

Sostieni Volleyball.it