Cev Cup: Finale. Galatasaray-Trento 2-3, la coppa è di Giannelli e c.

Prima vittoria in Cev Cup per la Trentino Itas che conta già 5 Mondiali e 3 Champions. E' il secondo successo stagionale per la formazione di Angelo Lorenzetti. Sotto 2-0 è stato determinante l'ingresso di Gabriele Nelli per il 2-3 finale. Uros Kovacevic MVP. Trento chiude il cammino con 10 vittorie e 0 sconfitte

CEV CUP – FINALE DI RITORNO
GALATASARAY ISTANBUL – TRENTINO ITAS 2-3 (25-22, 25-21 16-25 16-25 5-15)

Galatasaray Istanbul: Keskin 5, Yonet 0, Siratca 0, Antonov 14, Venno 17, Duff 9, Cakir (L), Aydin 7, Ayvazoglu (L), Gok 4, Gergye 2, Minici 0, Ulu 3. N.E. Kalayci. All. Ozbey.
Trentino Itas: Russel 14, Van Garderen 4, Nelli 14, Cavuto 2, Daldello 0, Vettori 2, De Angelis (L), Giannelli 3, Grebennikov (L), Candellaro 12, Kovacevic 24, Codarin 8, Lisinac 0. All. Lorenzetti.
ARBITRI: Ormonde, Visan.
NOTE – durata set: 26′, 30′, 28′, 26, 11′; tot: 121′.

Il video del punto della vittoria Il video della premiazioneLa gallery del successo trentino

ISTANBUL – Trento, la coppa Cev è, finalmente, tua. Dopo un iniziale 2-0,  la rimonta trentina che porta al 2-2 della finale di ritorno di Cev Cup contro i turchi del Galatasaray vale la conquista della coppa da parte della formazione di Angelo Lorenzetti forte del 3-0 nella gara di andata. Il tie break è un monologo trentino: 5-15.

E’ la prima Cev Cup della ricca bacheca trentina già forte di 5 Mondiali per Club e 3 Champions League.

Prova sopra le righe, come tante altre in questa stagione per Uros Kovacevic, premiata come MVP della finale. Lo schiacciatore serbo è determinante in attacco, muro e battuta. Con lui, protagonista è poi Gabriele Nelli che quando entra al posto di un Luca Vettori oggi spento regala a Giannelli una alternativa vincente in distribuzione. L’opposto cresciuto nella cantera trentina si fa sentire in attacco e al servizio dando il va al risveglio trentino. Quando la Trentino Itas torna a giocare come nella gara di andata, come fatto sin qui nel resto della stagione, il divario torna netto. Non basta più al Galatasaray Istanbul di Oleg Antonov il caldissimo tifo dei 4500 della Burhan Felek Voleybol Salonu. Trento domina il campo 16-25 e 16-25, con il quarto  set, decisivo, che viene messo in cassaforte con i lunghi turni di battuta di Simone Giannelli (3-12) e Kovacevic (7-15). Il tie break nonostante il turnover di Lorenzetti è un altro monologo. Vince Trento che chiude così la Cev Cup con 10 vittorie in 10 gare dai Sedicesimi alla doppia finale, 30 set vinti, 4 persi.

SESTETTI – La Trentino Itas si presenta alla Burhan Felek Voleybol Salonu di Istanbul con un Lisinac in più a referto; il centrale serbo parte però dalla panchina perché Lorenzetti preferisce non rischiarlo e confermare lo starting six del match d’andata: Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Russell in posto 4, Codarin e Candellaro centrali, Grebennikov libero. Il Galatasaray risponde con Keskin al palleggio, Venno opposto, Antonov e Aydin schiacciatori, Duff e Gok centrali, Ayvazoglu libero di riecezione e Cakir libero di difesa.

LA PARTITA – L’inizio del match è tutto nel segno dei padroni di casa che con Aydin e Venno in battuta mostrano subito la determinazione dei giorni migliori (1-5). Gok mura Kovacevic per il 3-8 che costringe Lorenzetti ad interrompere il gioco. Al rientro in campo Trento prova a reagire col muro di Russell su Venno (7-10) e con l’ace di Giannelli su Antonov (11-13), ma nella parte centrale l’errore a rete dello stesso Aaron ricaccia indietro i gialloblù (13-17) che si staccano ulteriormente quando Duff ferma Codarin (15-21). Il finale di set è ancora in favore dei giallorossi (18-22, 20-24) con la Trentino Itas che annulla due set ball prima di cadere sul terzo (22-25) per opera di un attacco di Venno.

La musica sembra cambiare in avvio di secondo parziale (3-1), ma poi invece diventa di nuovo simile a quella del primo periodo con Antonov e Venno scatenati che trovano già la parità a quota 5 e poi anche il vantaggio (7-10, 10-13). Lorenzetti getta nella mischia Nelli e Van Garderen per Vettori e Russell, ma il Galatasaray non perde il ritmo e resta avanti (13-16), prima di accelerare di nuovo con il turno al servizio di Gok (16-22). Trento risale sino al 21-24, poi ci pensa ancora una volta Venno (21-25). La radiografia di Trento dopo due set dice: Kovacevic 12 punti, poi nessun altro in doppia cifra tra gli uomini di Lorenzetti: 4 Russell, 4 Codarin.

Nel terzo set – spalle al muro – Nelli resta in campo al posto di Vettori. Russell in pipe firma 1-1. Kovacevic in attacco e la ricezione di Grebennikov tengono a galla Trento: 4-6, primo tempo di Candellaro. La Trentino Itas ha ripreso a giocare: 7-13 con Nelli che entra bene nella gara. La ricezione trentina cresce, Giannelli riesce a giostrare meglio la ricostruzione del gioco trentino: 14-20. Russell firma il suo primo ace: 14-21. Giannelli trova mezzo punto al servizio, la ricostruzione premia Nelli al 5° punto nel set: 16-25.

Russell spinge sull’accelleratore in avvio di quarto set: 2-5. Il servizio trentino favorisce il muro di Kovacevic su Venno: 2-7. Galatasaray in difficoltà in fase di costruzione: 3-10, la battuta di Trento mette pressione. Kovacevic mette a segno tre muri consecutivi, Giannelli continua a tenersi il servizio nelle mani e trova l’ace del 3-12. Kovacevic in contrattacco: 3-13 con Giannelli che alterna al servizio. Nelli mura Aydin 5-15. Si arriva di inerzia 10-21. Venno regala il 14-22 (attacco della palla nel campo trentino). Cartellino giallo alla panchina turca. Trento arriva al set ball sul 13-24, il Galatasaray ne annulla 3, poi Kovacevic chiude in pipe. E’ vittoria: la Cev è di Trento.

Il tie break vede il Galatasaray in campo con la formazione titolare e Trento che invece cambia buona parte della propria formazione. Set giocato solo per chiudere il match. Verdetto già definito. E’ un monologo trentino: Trento vince 5-15 con ace di Daldello.

Sostieni Volleyball.it