Cev Cup: Netto ko per Monza. La Dinamo Kazan vince 3-0

CEV CUP – 8i di finale Andata
DINAMO KAZAN – SAUGELLA MONZA 3-0 (25-23 25-13 25-19)
Dinamo KAZAN: Biryukova 10, Maryukhnich 5, Koroleva 9, Fabris 14, Startseva 3, De La Cruz De Pena 13, Podkopaeva (L), Simanikhina (L), Fedorovtseva, Kadochkina. Non entrate: Kochurina, Popova, Akimova. All. Sikachev.
Saugella MONZA: Ortolani 11, Heyrman 5, Di Iulio 4, Danesi 6, Orthmann 5, Meijners 9, Parrocchiale (L), Squarcini, Costa 5, Skorupa. Non entrate: Obossa, Bonvicini. All. Parisi.
ARBITRI: Hepp, Krol.
NOTE – Durata set: 30′, 21′, 25′; Tot: 76′.

KAZAN – Ko della Saugella nella gara di andata degli Ottavi di finale di Cev Cup in quel di Kazan. Una serata da dimenticare per le brianzole in Russia sul mondoflex della Saint Petersburg Arena di Kazan.

A condannare Ortolani e compagne sono le partenze determinate della formazione di casa, solida in difesa, chirurgica nel contrattacco e costante al servizio. Monza fatica a trovare ritmo in fase offensiva, non riesce a liberare la potenza delle sue attaccanti con costanza, subendo fin da subito il ritmo di Fabris e compagne. La partita cambia praticamente dopo il primo parziale quando, dopo essere state sotto fino alla metà (20-13), le monzesi iniziano a martellare bene al servizio con una super Di Iulio (4 ace per lei) e a recuperare lo svantaggio mettendo la testa avanti, 22-20, con un filotto di nove punti guidato anche da Ortolani e Meijners.

Sfumata nelle battute finali la possibilità di vincere il primo gioco, la Saugella fatica a ritrovare ritmo nei restanti parziali, con le accelerazioni di Bethania De La Cruz ed i muri di Koroleva (4 personali) a stoppare i tentativi di rientro delle italiane. Mercoledì 5 febbraio alla Candy Arena di Monza c’è la chance di rivincita per la squadra di Parisi, chiamata a vincere 3-0 o 3-1 per giocarsi il pass per i Quarti di Finale al golden-set.

LA GARA –  Break Saugella Monza con Meijners, 3-1, prontamente recuperato da Kazan che passa avanti grazie all’attacco out di Orthmann, 4-3. Fabris e Bethania De La Cruz incrementano per le russe (8-5), ma Ortolani e Danesi (muro su Koroleva), valgono il nuovo meno uno per le rosablù, 8-7. Due lampi di Fabris e l’errore di Orthmann riportano la Dinamo Kazan avanti, 11-7 e Parisi chiama time-out. Due muri di Koroleva su Danesi valgono l’allungo delle padrone di casa, 13-7, che sfruttano qualche errore delle italiane per scappare sul 16-9. Le russe difendono tanto, Monza fatica a chiudere e Parisi chiama nuovamente a raccolta le sue sul 17-9 per la Dinamo. Muro di Heyrman a dire no a Biryukova, ace di Mariana, entrata per Orthmann, e la Saugella risale con pazienza (18-12). Bethania De La Cruz spinge Kazan (20-13), Ortolani e Di Iulio (ace) avvicinano la Saugella (20-16) e Sikachev chiama la pausa. Alla ripresa del gioco altro ace di Di Iulio, una giocata a testa di Ortolani e Mariana: Monza torna a meno uno (filotto di sei punti), 20-19, e Sikachev chiama time-out. Si torna in campo: due ace di Di Iulio, intervallati da un attacco di Ortolani, valgono il sorpasso delle rosablù, 22-20 (filotto di nove punti). Pareggio Kazan con Bethania De La Cruz, 22-22, poi errore Mariana e giocata di Meijners (24-23), ma le russe chiudono il primo gioco con Fabris, 25-23.

Parte di nuovo forte Kazan (4-2), con la Saugella che insegue grazie a Mariana (confermata al posto di Orthmann) (6-5). Maryukhnich e Bethania De La Cruz (muro su Heyrman) firmano l’allungo Dinamo Kazan, 9-5 e Parisi chiama time-out. Ortolani interrompe il momento sì della Dinamo ma Koroleva mura Meijners (11-6). Le monzesi faticano ad impattare in attacco a differenza delle padrone di casa che difendono tanto e concretizzano con Bethania De La Cruz e Fabris: 16-7. Dentro Skorupa per Di Iulio e Orthmann per Ortolani, ma Fabris continua a spingere, sia in attacco che al servizio, (19-8). Finale praticamente tutto delle russe che, complici gli errori delle ospiti ed il vantaggio accumulrato, chiudono il gioco 25-13.

Resta in campo Skorupa, Orthmann torna in banda (per Mariana). Dopo il punto a punto iniziale è break Kazan, 8-5. Le monzesi si affidano ai lampi di Meijners e al muro di Danesi su Fabris per accorciare il gap, 9-8. Inizia a scaldare il braccio anche Orthmann: la schiacciatrice tedesca delle monzesi non sbaglia da posto quattro, ma l’invasione di Heyrman dopo il muro di Maryukhnich su Heyrman valgono il break Kazan, 14-11 ed il time-out Parisi. La Saugella risale con Meijners e l’ace di Heyrman (15-13), poi arrivano il muro di Danesi su Fabris e la giocata vincente di Meijners che coincidono con il nuovo meno uno Monza, 16-15. Giocata di Bethania De La Cruz, muro di Koroleva su Ortolani e Parisi è costretto a chiamare di nuovo time-out sul 20-16 per le padrone di casa. Muro di Danesi su Biryukova, errore di Fabris e time-out Kazan. Al ritorno in campo Fabris inizia a spingere forte in attacco, portando le sue sul 24-19. Dopo l’errore di Heyrman arriva il primo tempo di Maryukhnich che chiude set, 25-19, e gara 3-0 per la Dinamo Kazan.

HANNO DETTO

Isabella Di Iulio (palleggiatrice Saugella Monza): “Forse tante cose non hanno funzionato oggi, visto che abbiamo perso il secondo set 25-13. Quello che voglio dire è che dobbiamo continuare a crederci, fino alla fine. Noi ci crediamo, tutte, ma sappiamo che dobbiamo cambiare qualcosa in vista del ritorno, dove speriamo di dare una svolta a tutto questo. Loro sono una bella squadra ma penso che prima di tutto bisogna guardare dalla nostra parte del campo. Una volta visti i propri difetti si può guardare all’avversario. Partiamo da noi stessi per cercare di preparare al meglio il secondo e decisivo confronto”.

Sostieni Volleyball.it