Cev Cup: Questa sera la Pomì sfida le ungheresi del Bekescsabai. Busto cerca l’impresa

MODENA – Pomì Casalmaggiore e Yamamay E-Work Busto Arsizio sono attese dalle gare di ritorno degli ottavi di finale di CEV Cup. Opposti gli esiti delle gare di andata, con le rosa che si sono imposte agilmente sulle ungheresi del Linamar Bekescsabai e le biancorosse battute per 3-1 dall’Eczacibasi VitrA Istanbul. Per passare il turno, alle casalasche di Cristiano Lucchi sarà sufficiente conquistare due set al PalaRadi, mentre le farfalle dovranno prima aggiudicarsi il match del PalaYamamay con il punteggio di 3-0 o 3-1 e poi vincere il decisivo Golden Set. Indubbiamente compiti con due diversi gradi di difficoltà.

Il tabellone degli Ottavi di finale

APRE LA POMI’ – La sfida di Cremona si disputerà questa sera alle 20.30 e per la Pomì Casalmaggiore si tratta di un’occasione importante: innanzitutto per riprendere confidenza con la vittoria nel palazzetto amico, alla vigilia della sfida di Campionato contro Novara potenzialmente decisiva per l’accesso ai Play Off Scudetto, e poi per tornare a sorridere dopo il ko inatteso subito a Osimo. La gara di andata ha dimostrato la netta superiorità tecnica e fisica della Pomì rispetto alle ungheresi di Alberto Salomoni, che viaggeranno verso l’Italia con l’obiettivo di non sfigurare. Coach Cristiano Lucchi può contare su tutte le atlete a sua disposizione: l’allenatore di Cesenatico potrà quindi contare sul palleggio di Leo Lo Bianco e di Giulia Rondon, Annie Drews e Valentina Zago in opposto, reparto centrale formato da Guiggi, Zambelli e capitan Stevanovic. Quattro le bande a disposizione: Martinez, Guerra, Starcevic e Balkestein-Grothues, liberi Imma Sirressi e Francesca Napodano.

Domani, Giovedì, alle 20.30 Yamamay E-Work ed Eczacibasi VitrA Istanbul si giocano l’accesso ai quarti di finale in un match più che mai decisivo. Le turche, indubbiamente favorite per la qualità del roster – Boskovic, Larson e Ognjenovic tra le altre – e, soprattutto, per il successo da tre punti nella gara di andata, dovranno però vedersela con il Palayamamay e con la voglia di “remuntada” di squadra e tifosi biancorossi.

La partita di andata ha lasciato la sensazione che l’impresa è sì ardua, ma non impossibile. Per larghi tratti le farfalle hanno dimostrato di potersela giocare alla pari: necessario sfruttare tutte le possibilità che le forti avversarie concederanno ed essere ciniche nei momenti decisivi. La UYBA non arriva però fisicamente al meglio all’appuntamento: coach Mencarelli spera di recuperare Valentina Diouf, assente domenica a Treviso per un dolore all’inguine. Se non ce la dovesse fare è pronta Vittoria Piani.

“Sappiamo che se vogliamo continuare il nostro cammino europeo non possiamo più sbagliare – la consapevolezza di Ilaria Spirito, libero biancorosso -. Abbiamo di fronte uno squadrone, ma dobbiamo credere fermamente di poter ribaltare l’esito del primo incontro. Al Palayamamay riusciamo a giocare con una intensità agonistica esplosiva e con il sostegno del nostro pubblico possiamo fare grandi cose”.

Sostieni Volleyball.it