Modena festeggia il debutto vincente – foto Marrone
ASSICURATRICE MILANESE VOLLEY MODENA – NOVA KBM BRANIK MARIBOR 3-0 (25-12 25-22 25-15).
ASSICURATRICE MILANESE VOLLEY MODENA: Croce (L), Valeriano 3, Paggi 7, Glass 2, Barazza 10, Spasojevic 20, Brussa 9, Aguero Leiva 1, Rinieri, Mari, Horvath 3. Non entrati Harmotto. All. Cuello.
NOVA KBM BRANIK MARIBOR: Mlakar 11, Blagne 3, Kucej, Kaucic 3, Andreyko 7, Iglicar 3, Najdic 3, Planinsec S, Planinsec M, Prokovic (L), Hutinski 7. All. Najdic.
ARBITRI: Kramar – Goncalves.
NOTE – durata set: 20′, 28′, 24′; tot: 1h11”. Universal MODENA: Battute errate 3, Ace 6. Nova KBM Branik MARIBOR: Battute errate 8, Ace 4. 

MODENA – Si conclude in poco più di un’ora di gioco il debutto europeo per la società di patron Astarita, partita ufficiale numero 200 della storia della società modenese.

Le slovene di Maribor impegnano il team emiliano solo nell’avvio di secondo set quando si trovano a condurre – causa un calo di concentrazione delle padrone di casa – per 2-8, 11-16, prima del 21-21 che è valso il 25-22 finale. 

Coach Cuello approfitta del modesto livello di gioco delle avversarie per un corposo turnover.

La partita 

Non vuole correre alcun tipo di rischio almeno in avvio di gara coach Cuello. L’allenatore delle “Tigri” si affida al sestetto base con Glass al palleggio, Aguero opposta, Barazza e Paggi al centro, Spasojevic e Horvath in banda con Croce libero.

Il Maribor risponde con Najdic al palleggio, Planinsec M. opposta, Kaucic e Hutinski al centro, Andreyko e Blagne in posto quattro con Prokovic libero.
Le ospiti cavalcano il posto quattro Andreyko che inizialmente trova buoni spunti, poi deve fare i conti con il muro modenese ed in particolare con la capitana Paola Paggi. Un attacco in rete, però, dà il primo vantaggio all’Assicuratrice Milanese Volley Modena sul punteggio di 5-4. Finisce sostanzialmente qui il primo parziale perché le giallobolù allungheranno progressivamente con lo svolgersi del set. Maribor riesce a tenere il cambio palla solo in poche situazioni con la solita Andreyko e la centrale Kaucic. Sarà 8-5 al primo time out tecnico e 16-9 al secondo. Spasojevic protagonista: metterà a terra 4 palle su 5 attaccate poi nel finale di set dentro anche Brussa per Aguero e subito l’italo-argentina risponde presente con due punti su altrettanti attacchi. Si chiude così 25-12 nonostante la girandola di cambi per la formazione ospite.

Spasojevic bella prova con il Maribor – foto Marrone
Nel secondo set rimane in campo Brussa nel sestetto modenese per Tai Aguero, mentre  dall’altra parte della rete stesso discorso per Mlakar che, nel finale  di set precedente, aveva rilevato Mihela Planinsec. Un piccolo calo di tensione vista la facile vittoria nel primo parziale regala alle ospiti un vantaggio importante subito in avvio. Mlakar dà ragione al  proprio allenatore passando con continuità e sfruttando anche il turno  di servizio di Iglicar, Maribor si porta sul 2-8 del primo time out tecnico. Al rientro in campo Modena trova un cambio palla efficace e poi con Spasojevic accorcia anche grazie a due ace consecutivi. Quando Hutinski attacca in rete Modena si riporta a -2 sul 10-12. Qui Valeriano, entrata in precedenza per Horvath, invade a rete e dà il la ad un altro piccolo break ospite (11-16). Le “Tigri  Bianconere” accelerano a muro operando quasi il riaggancio. Spasojevic impatta sul 19-19 prima di un altro 2-0 Maribor che costringe anche coach Cuello al secondo stop discrezionale. E’ solo l’ultimo acuto delle ospiti perché poi salgono in cattedra Barazza in attacco e Spasojevic in battuta con altri due ace per chiudere i conti. La firma sul 25-22 finale la mette Paola Paggi a muro.

Coach Cuello conferma in questo terzo set il sestetto con cui aveva concluso il parziale precedente, ovvero con Brussa e Valeriano in luogo di Aguero e Horvath rispetto al sestetto che aveva iniziato il match. L’Assicuratrice Milanese riparte subito forte e va sul 4-0 con Anja Spasojevic che mette a terra il primo pallone e poi crea grandissimo scompiglio ancora una volta con il suo servizio. Il primo time out tecnico è  autografato da Federica Valeriano con il muro dell’8-4 poi le distanze aumentano a dismisura punto dopo punto grazie anche ad una Brussa piuttosto continua in attacco. Con Spasojevic al servizio, poi, sono sempre danni per Maribor. L’Assicuratrice Milanese arriva fino al 19-9. Modena chiude sul 25-15 set e partita.