Challenge Cup F.: Monza passa ai Quarti. 3-2 al Gent

Challeneg Cup – 8i di ritorno
Saugella MONZA – VDK Bank GENT 3-2 (25-19, 25-13, 24-26, 19-25, 15-7)
Saugella MONZA: Ortolani 4, Partenio 5, Balboni, Devetag 15, Buijs 17, Melandri 10, Arcangeli (L), Begic (L), Orthmann 15, Facchinetti 4, Bianchini 7. Non entrate: Adams, Hancock. All. Falasca Fernandez.
VDK Bank GENT: Catry 13, Maertens 6, De Quick, Vandewiele 12, Reinders 10, Stragier 23, Neyt (L), Neyt 2, De Quick, Vermote, Jacquemyn. All. Engelschenschilt.
ARBITRI: Bardic, Papageorgiou.
NOTE – Durata set: 24′, 20′, 28′, 24′, 13′; Tot: 109′.

MONZA – La Saugella conquista il pass per i Quarti di finale di Challenge Cup.  Nel turno successivo, in programma dal 5 al 14 febbraio, le brianzole affronteranno le slovene del Calcit Volley Kamnik, che hanno eliminato nel doppio confronto le Ladies in Black Aachen, pur perdendo per 3-2 la gara di ritorno in Germania.

Alle belle prove del primo e secondo gioco delle monzesi, con Melandri e Devetag in evidenza dal centro e Orthmann e Buijs brave a finalizzare con continuità, la squadra belga risponde con una reazione veemente nel terzo e quarto guidata da una scatenata Stragier (23 punti, 3 ace e 2 muri) e gli ottimi turni al servizio di Vandewiele e Reinders (4 ace per la prima).

La Saugella, nonostante il massiccio turnover di Falasca, con alcune fasi della gare con Begic nel ruolo di libero per far riposare Arcangeli, torna forte nel tie break, sprintando forte nel prologo Melandri, Buijs e Devetag, e ottenendo il quarto successo consecutivo nella manifestazione continentale.

LA PARTITA – Parte forte Gent, che con un ottimo turno al servizio di Stragier conquista un break nel prologo, 1-3. La Saugella risponde con l’ace di Melandri (3-3) ma sono ancora le ospiti a fare le prove di fuga complice un filotto di tre punti (errore Ortolani, Stragier, muro di Vandewiele su Ortolani) 4-8 e Falasca chiama time-out. Tre punti di Devetag avvicinano le monzesi (7-9) e Orthmann prende il posto di Partenio. Monza tiene la scia delle belghe con Buijs, Melandri e Orthmann (11-13) ma fatica a trovare continuità sia in attacco che al servizio. Giocata di Orthmann, un errore a testa di Reinders e Maertens, vantaggio Saugella Monza e time-out Engelschenschilt. Primo tempo di Devetag, palla out di Vandewiele e successivamente di Stragier e Engelschenschilt chiama nuovamente a raccolta le sue sul 20-16 per le monzesi. Alla ripresa del gioco ace di Devetag, poi praticamente solo Monza a martellare, brava a chiudere il primo gioco positivamente, 25-19, con il muro di Melandri su Stragier.

Secondo set: inizio punto a punto (5-5), con qualche errore da entrambe le parti, poi break monzese grazie a due palle out di Maertens, il muro di Ortolani su Stragier e la pipe di Orthmann, 9-5 e time-out Engelschenschilt. La Saugella alza l’intensità in difesa e al servizio, Orthmann martella forte e le monzesi si portano sul 14-7 (ottimo turno al servizio di Buijs). Con Bianchini al servizio (anche un ace per lei), la Saugella macina punti e un grande gioco con Buijs e Orthmann a schiacciare forte, portandosi sul 19-10 e costringendo Engelschenschilt al time-out. Al ritorno in campo due giocate di Devetag, intervallate da una di Gent, guidano le lombarde all’allungo, 21-11. Le monzesi gestiscono il vantaggio e chiudono anche il secondo parziale con una giocata di Melandri, 25-13, qualificandosi ai quarti di finale della CEV Challenge Cup.

Nel terzo set qualche cambio per Falasca, con Facchinetti al posto di Devetag, Partenio per Orthmann e Begic per Arcangeli nel ruolo di libero. Ancora le belghe decise nel prologo (1-3), capaci di allungare 3-6 grazie a qualche sbavatura delle padrone di casa. Errore di Bianchini al servizio, poi fast vincente di Vandewiele e time-out Falasca sul 4-8 VDK Bank Gent. Pipe vincente di Stragier a trascinare le ospiti sul 6-10, poi ancora errori per Monza ad agevolare la discesa di Gent, 8-12. Con Buijs e Bianchini in attacco e le ottime difese di Begic, la Saugella costruisce la sua risalita, 11-12. Ancora le ospiti però a tirare fuori le unghie, riallungando il distacco con Monza grazie a Stragier, 12-15. Due mani fuori di Partenio e l’ace di Bianchini riportano sotto le monzesi (16-18) ma Maertens spinge ancora Gent sul più tre, 16-19. Ace di Vandewiele, 17-21 per le belghe e time-out Falasca. Due assoli di Facchinetti (fast e muro su Catry) e un attacco vincente di Buijs valgono il meno due Monza, 20-22 e Engelschenschilt chiama time-out. Ancora Buijs e Bianchini a segno, alle quali si aggiunge Partenio con il mani out e Engelschenschilt chiama la pausa sul 23-23. Due punti di fila, regalano a Gent il gioco, 24-26.

Quarto set: la Saugella scappa sul 4-2 con il muro di Devetag su Reinders, ma Maertens firma il pari (4-4). Grande equilibrio, poi ancora le ospiti a mettere la freccia con la giocata centrale di Catry e l’ottimo turno al servizio di Stragier (anche due ace per lei), 9-12 e Falasca chiama la pausa. Ancora un ace per le ospiti (Reiders), 13-16, poi dentro Orthmann per Partenio. Allungo prepotente della VDK Gent grazie alle giocate di Stragier e Reinders (15-22), agevolate dalle ottime battute, ma la Saugella non molla, accorciando con Orthmann e Buijs (18-23), costringendo Engelschenschilt a chiamare la pausa. Catry dal centro regala il set alle sue, 19-25.

Tie break in cui Falasca torna alla formazione del primo set: muro di Melandri su Catry, due lampi di Buijs (pipe ed ace) e time-out Engelschenschilt sul 3-0 Saugella Monza. Ancora Buijs a segno (4-0), poi Orthmann, muro di Devetag su Reinders ed errore di Gent, 8-2 al cambio di campo per la Saugella. Le monzesi sbagliano qualcosa in attacco e al servizio (9-5), poi tornano a spingere con Buijs, Devetag (muro vincente ed ace) e Melandri, fino a chiudere il set, 15-7 e la gara 3-2.

HANNO DETTO
Francesca Devetag (centrale Saugella Monza):“Vincere i primi due set e passare il turno era l’obiettivo della serata. Più si va avanti e più la posta in palio si alza, come il desiderio di andare avanti, fino in fondo, che è certamente la nostra priorità. Il calo nel terzo e quarto set non rispecchia quello che siamo. Qualcosa non ha funzionato ma siamo pronte a ripartire tutte insieme con umiltà, grazie ai valori che possiede la squadra e il gruppo”.

Sostieni Volleyball.it