Challenge Cup: Impresa di Monza. Soli e c. conquistano la finale, 3-0 a Lisbona

Challenge Cup – Semifinale di ritorno
SC Portugal Lisboa – Vero Volley Monza 0-3
(20-25, 23-25, 17-25)
SC Portugal Lisboa: Marshall B. 9, Hernan Ruperez 0, Brown 10, Sousa Ribeiro (L), Dennis Diaz 7, Barbosa Maia 0, Simoes 3, Monteiro 0, Nikolov 1, Bojic 3, Lopes Sanches 1. N.E. Silva Reis, Silva, Fidalgo. All. Silva.
Vero Volley Monza: Buti 2, Dzavoronok 17, Orduna 1, Galliani 0, Rizzo (L), Ghafour 1, Yosifov 11, Beretta 6, Plotnytskyi 14, Buchegger 6. N.E. Calligaro, Arasomwan, Botto, Giannotti. All. Soli.
ARBITRI: Rejaeyan, Todorov.
NOTE – durata set: 28′, 32′, 26′; tot: 86′. Sc Portugal Lisboa: battute vincenti 3, battute sbagliate 9, muri 4, errori 17, attacco 42%. Vero Volley Monza: battute vincenti 4, battute sbagliate 15, muri 14, errori 26, attacco 54%. Spettatori: 2000

VIDEOButi: “Ora sotto a chi tocca” – Post gara: Orduna intervista Buchegger

LISBONA – Impresa della Vero Volley Monza che in Portogallo, in casa del SC Portugal Lisboa, va a ribaltare la sconfitta della rocambolesca semifinale di andata di Challenge Cup e conquistare così l’accesso alla prima storica finale europea del team brianzolo.

Un successo che proietta il trio Soli (allenatore), Orduna e Buchegger alla seconda finale consecutiva nel trofeo, dopo il successo del 2018 con Ravenna.

Spiccano i 17 punti di Dzavoronok e i 14 punti del rientrante Plotnytskyi.

La finale vedrà la Vero Volley Monza giocare in casa la finale di andata (20 marzo) e in trasferta la finale di ritorno (27 marzo).

LA PARTITA

La Vero Volley Monza apre la gara subito con un filotto di tre punti (0-3) e Silva chiama time-out. Al ritorno in campo Dzavoronok e Beretta contribuiscono alla fuga dei monzesi, 4-9, con Lisbona che sembra accusare il colpo. I padroni di casa tentano la reazione con due attacchi vincenti di Lopes Sanchez (8-11), ma i lombardi sono motivati e incrementano con Beretta (due muri consecutivi prima su Simeos e poi su Marshall), 11-18. Quando Marshall piazza due punti consecutivi sembra che la SC Portugal ci creda (17-21) ed invece il time-out chiamato da Soli ed i conseguenti errori della squadra di Silva consentono alla Vero Volley di aggiudicarsi il primo set, 20-25.

Break Vero Volley Monza con due assoli di Dzavoronok, 1-3. Errore di Yosifov al servizio, poi di Beretta dal centro e parità (3-3). Punto a punto fino all’8-8, con qualche errore in battuta da entrambe le parti, poi fuga Lisbona guidata da Marshall, 10-8. I monzesi reagiscono prontamente con un filotto di tre punti (un muro a testa di Yosifov e Buchegger, intervallati dall’ace di Plotnytskyi), 11-10, poi ancora equilibrio fino al 13-13. Un ace di Marshall dopo l’errore in battuta di Buchegger regalano però il nuovo vantaggio ai padroni di casa e Soli chiama la pausa sul 15-13. Ancora due lampi di Dzavoronok (mani fuori ed ace) a valere il pari Vero Volley (15-15), incapace però di evitare il rientro dei portoghesi, 17-15. Mani fuori di Plotnytskyi e muro di Yosifov su Dennis e parità (17-17) fino al 18-18, momento in cui Yosifov mura Marshall, Monza passa avanti e Silva chiama la pausa. E’ punto a punto serrato (21-21), Dzavoronok porta avanti i monzesi e Silva chiama nuovamente a raccolta i suoi. Nel momento più caldo del set Marshall sbaglia al servizio, regalando il vantaggio ai monzesi (22-23), bravi ad approfittare del vantaggio per sprintare e chiudere il gioco, 23-25 (mani fuori di Plotnytskyi).

Punto a punto iniziale (3-3), poi break Lisbona per due volte complici due sbavature dei monzesi (6-4). Con pazienza e grazie a quattro giocate consecutive di Plotnytskyi (anche due muri su Dennis e Marshall), la Vero Volley aggancia prima e sorpassa poi, 6-8. I portoghesi perdono lucidità sia in attacco che in regia e Silva chiama time-out per dare una scossa ai suoi. Si torna in campo: Plotnytskyi scatenato in attacco (7-11), Yosifov al servizio (9-15) e Monza che continua a sfruttare il suo buon momento. Nikolov tiene in corsa la SC Portugal (14-18), ma la Vero Volley non cala d’intensità, allungando con determinazione (14-20) e Silva chiama la pausa. Alla ripresa del gioco la prima squadra maschile del Consorzio Vero Volley continua a spingere, soprattutto a muro con Yosifov ed in difesa con Rizzo, portandosi sul 15-23. La giocata di Ghafour regala il set, 17-25 e la gara 0-3 alla Vero Volley, che vola così in Finale di Challenge Cup.

HANNO DETTO

Simone Buti (centrale Vero Volley Monza): “Tenere il nostro livello di gioco, sempre, per tutta la gara, è stata la chiave di questa importante vittoria. Nella gara di andata a Monza dopo i primi due set, infatti, eravamo calati, probabilmente complice anche la vittoria agile del secondo parziale. Stasera invece siamo stati sempre costanti, mettendoli sotto pressione con il servizio e la nostra pallavolo, riuscendo ad esprimere inoltre quelle che sono le nostre qualità. Non abbiamo mai abbassato l’intensità e questo, insieme ad un’ottima prestazione di squadra, ci ha consentito di raggiungere una storica Finale per il Vero Volley. Ora rimaniamo in attesa di conoscere il nostro prossimo avversario, pronti a dare il massimo per giocarci questa grande sfida”.

Sostieni Volleyball.it