Challenge Cup: Wounembaina lascia il campo per i “buu” razzisti. L’arbitro lo espelle!

3436
Todorov sventola i cartellini giallo e rosso in contemporanea a Wounembaina

GRECIA – Episodio da raccontare nel big-match dell’andata dei 16mi della Challenge Cup tra Olympiacos e Tours.

Dopo aver schiacciato il punto del 24-24 nel 1° set lo schiacciatore camerenunse del Tours Nathan Wounembaina si porta al servizio e viene sommerso dai “buuuu” del pubblico.

Il giocatore si rifiuta di proseguire accusando gli spettatori di razzismo e chiede l’intervento dell’arbitro Milan Todorov che però lo invita a proseguire. A questo punto Wounembaina abbandona il campo recandosi negli spogliatoi. La partita viene sospesa per alcuni minuti e quando il giocatore fa rientro viene fischiato ancora e si rifiuta di battere.

Alla fine l’arbitro opta sorprendentemente per il cartellino giallo e rosso, ovvero l’espulsione definitiva del giocatore ed il gioco poi riprende con Reichert in campo al posto di Wounembaina ed il Tours che perde 3-0.

Guarda il video, dal minuto 34 circa al 38 circa.

Al termine del match scontate nuove proteste di Wounembaina che apostrofa l’arbitro con “shame on you”.

Le dichiarazioni post gara del coach del Tours Cédric Enard: “L’espulsione di Nathan ha condizionato l’intera squadra. E’ un giocatore fondamentale e l’espisodio ci ha condizionati tutti. Non posso parlare della partita. L’Olympiacos ha vinto perché ha approfittato dei nostri errori ed incertezze. Non importa se i cori fossero più o meno duri, in Grecia rimane tutto impunito. In Francia questo non è accettabile e si può punire una squadra. Abbiamo fatto ricorso per una cattiva applicazione del regolamento.