Champions League F.: Conegliano vince 3-0 con il Nantes e conquista la qualificazione ai play off

603
Wolosz MVP

CHAMPIONS LEAGUE – POOL B
VB NANTES – A. Carraro Imoco CONEGLIANO 0-3 (20-25, 20-25, 24-26)
VB NANTES: Snyder 9, Kokkonen 9, Mendaro Leyva 10, Sylves 6, Alanko 5, Schad 6, Dekeukelaire (L), Roze (L), Gommans. Non entrate: Meyer, Lecrosnier, Le Roux, Villette, Piata Zessi. All. Ong Vathanara.
A. Carraro Imoco CONEGLIANO: Butigan 5, De Kruijf 6, Omoruyi 6, Wolosz 1, Hill 13, Egonu 21, De Gennaro (L), Sylla (L), Caravello, Gicquel 1, Gennari. Non entrate: Folie, Adams, Fahr. All. Santarelli.
ARBITRI: Ferreira, Boulanger.
NOTE – Durata set: 21′, 24′, 35′; Tot: 80′.

NANTES – L’A.Carraro Imoco Conegliano conquista il primato nella Pool B e la qualificazione ai quarti di finale della Champions League Volley 2021 con un turno di anticipo.
Grazie al 3-0 sulle padrone di casa del Nantes VB, match che ha chiuso la seconda giornata della ‘bolla’ in territorio francese, le pantere di Daniele Santarelli salgono a quota 15 punti nel proprio raggruppamento, rendendosi irraggiungibili dal Fenerbahce Opet Istanbul (a 12 in virtù del netto successo sul Calcit Kamnik): anche perdendo per 0-3 lo scontro diretto in programma giovedì alle 20.30, le trevigiane resterebbero davanti perché, a parità di partite vinte e di punti ottenuti, avrebbero un migliore quoziente set.

La formazione transalpina si dimostra competitiva e dopo un primo set contraddistinto dagli attacchi di Egonu (21 alla fine) e Omoruyi, nonché dai muri di Butigan, regge fino al 17-17 nel secondo e soprattutto confeziona una poderosa rimonta (23-23) nel terzo, cedendo al muro conclusivo di Fahr. Le gialloblù festeggiano così la quinta vittoria consecutiva in Europa e potranno affrontare le turche di coach Terzic e dell’ex Robinson con serenità.

SESTETTI – Contro il Nantes coach Santarelli ripropone in sestetto la diagonale Wolosz-Egonu, con Hill e la giovane (2002) Omoruyi schiacciatrici, Butigan e De Kruijf al centro, come libero torna anche titolare Moki De Gennaro. Nel Nantes c’è Kokkonen al posto di Bursac-Gommans e per il resto la formazione tipo con Alanko in regia, l’ex-Baronissi eRavenna Mendaro-Leyva opposta, Sylves e Schad al centro, Snyder in banda e Dekeukelaire libero.

LA PARTITA – Grande rush iniziale della croata Bozana Butigan, attacco ed ace senza nessun timore reverenziale: 2-0. Capitan Wolosz alterna attacchi al centro e palle per le schiacciatrici, per mettere in ritmo subito tutte le sue attaccanti. La cubana Leyva risponde per un Nantes molto vivace in avvio. Iniziano ad arrivare come una sentenza i punti di Paola Egonu (7 nel set con il 60%), poi muro di Bibi Butigan (4 punti, 2 muri nel set), molto reattiva, per l’allungo 7-3. Nantes mura, poi in attacco Snyder e Leyva fanno male a un’A.Carraro Imoco che fatica anche in ricezione. Allora la squadra gialloblù piega le gambe in difesa. E’ brava Loveth Omoruyi a recuperare palloni difficili e Conegliano resta avanti: 10-8. Le francesi in casa loro però sono cariche e restano in scia, Sylves piazza l’ace dell’11 pari, ma risponde Omoruyi ispirata in attacco, 13-11. La statunitense Snyder continua a forzare colpi di alta qualità, ma arrivano puntuali le risposte della panterina Omoruyi (4 punti nel set), poi Egonu appoggia il +3 (17-14). Time out di coach Ong. Ma Kim Hill al rientro in campo mura bene e Conegliano allunga. Siamo in “zona Egonu”, due bombe e un ace di Paola per il +5 (21-16) che lancia le Pantere alla conquista del primo set. Il Nantes perde entusiasmo sotto i colpi di Wolosz e compagne e l’A.Carraro Imoco chiude senza particolari problemi 25-20.

Nonostante qualche errore di troppo in attacco, l’A.Carraro Imoco dimostra voglia di lottare e dove non ci arriva con la pulizia del gioco lo fa con la grinta, trovando soluzioni grazie ai recuperi incredibili di Moki De Gennaro, i muri di Egonu e Butigan e tanta concentrazione: 9-7. Le Pantere provano un paio di volte a scappare, ma la difesa del Nantes rende dura la vita alle attaccanti venete e le bretoni riescono sempre a risalire (15-15). Snyder è una spina nel fianco con i suoi attacchi imprevedibili, poi Alanko piazza l’ace e le padrone di casa restano lì: 17-17. Il gioco si fa duro e le Pantere non si tirano indietro, muro-difesa, poi ci pensa la maestria di capitan Wolosz a scatenare il braccio armato di Robin De Kruijf (5 punti nel set) e di Egonu (altri 7 punti, stabile al 60% in attacco) per l’allungo 19-17. L’opposta azzurra e Kim Hill martellano per un’altra spallata (23-19). Entra il doppio cambio con Gennari e Gicquel e proprio la francese, fino allo scorso anno giocatrice proprio del Nantes, sigla il punto che manda l’A.Carraro Imoco al set point. Nantes sbaglia la battuta e Conegliano festeggia il 2-0 (25-20).

Nel terzo set nella logica del turnover in una settimana di fuoco con 5 partite in 8 giorni entra Sarah Fahr per l’olandese De Kruijf, ma è subito una Paola Egonu sempre più “on fire” (chiuderà con 21 punti, 51% in attacco e 2 muri) a inaugurare il parziale con un turno di servizio dei suoi. Kim Hill mette giù palloni spettacolari serviti con la solita perizia da Asia Wolosz, sempre decisiva: 4-1. Snyder e compagne però non vogliono mollare e continuano la loro partita combattiva, giocando con le mani dell’alto muro gialloblù e dopo belle difese pareggiano 6-6. Le Pantere di coach Santarelli non vogliono correre rischi e spingono ancora forte in attacco con Joanna Wolosz (MVP del match) che detta il ritmo per l’11-8, ma arriva anche qualche errore che frena la fuga gialloblù (11-10). Egonu mura, poi alza per Hill ed è di nuovo +3 (13-10). Moki De Gennaro è la solita diga in difesa, Hill ed Egonu prendono in mano l’attacco delle venete che scappano 16-12. Due errori in fila di Egonu permettono alle francesi di riavvicinarsi, ma ancora una volta l’A.Carraro trova il jolly con il muro di Omoruyi e qualche “regalo” in battuta delle francesi, che forzano il servizio andando spesso incontro all’errore. Paola Egonu riscatta subito le sbavature precedenti, suoi, da altezze siderali, i punti 21 e 22 delle Pantere che allungano a +4, ma anche un paio di difese che consentono a Kim Hill di chiudere il 23-18. Sul 23-19 ancora dentro il doppio cambio con l’ex Gicquel e Giulia Gennari, ma a quel punto Sylves si scatena con due ace e il set si infiamma. Conegliano si fa raggiungere dalle arrembanti bretoni sul 23-23 dopo un errore di Hill (13 punti) che si riscatta subito mettendo giù il 24-23. Ancora brividi sul pareggio di Leyva, ma Omoruyi e il muro altissimo di Sarah Fahr consegnano la vittoria 3-0 (26-24) e i Quarti di Finale alle Pantere dell’A.Carraro Imoco.

Classifica: A. Carraro Imoco Conegliano 15 (5-0) (15sv-0sp), Fenerbahce Opet Istanbul  (TUR) 12 (4-1) (12sv-4sp), VB Nantes (FRA) 3 (1-4), Calcit Volley Kamnik (SLO) 0 (0-5).

Sostieni Volleyball.it