La grinta di coach Gulinelli – foto Cev
JIHOSTROJ CESKE BUDEJOVICE – BRE BANCA LANNUTTI CUNEO 0-3 (18-25, 22-25, 21-25) – il tabellino

BEDEJOVICE – Cuneo ribalta il risultato di andata in casa del Ceske Budejovice, vincendo per 3-0 in 74 minuti, ma soprattutto ottiene i tre punti che le servivano per assicurarsi il primo posto nella sua Pool, la D.

I cuneesi di Gulinelli chiudono con estrema lucidità e sicurezza il match in casa dell’unica formazione che li aveva battuti in questa Main Phase della Champions League, e per giunta in casa loro, al PalaBreBanca. Lo fanno con una partita senza sbavature e senza concedersi pericolosi cali di concentrazione, centrando l’obiettivo del primo posto nella Pool, molto prezioso per il proseguo del loro cammino nella massima competizione continentale.

Gulinelli schiera il sestetto base con un’unica variazione: al posto di Scott Fortunato Jakub Vesely, al centro insieme a Mastrangelo, poi Grbic in palleggio, Vissotto opposto, Wijsmans e Ngapeth bande, Henno libero. Risponde il tecnico dei cechi, Jan Svoboda, con lo stesso sestetto che aveva già schierato all’andata: Zapletal in palleggio, Novotny opposto, Rojas e Fila a schiacciare, Smrcka e Sukuba al centro, Juracka libero.

La Bre Banca saluta i tifosi cuneesi al seguito – foto Cev
Cuneo conduce fin dalle prime battute dell’incontro, con la formazione ospite sempre costretta ad inseguire e fortemente in difficoltà in fase di costruzione. A metà della prima frazione, quando già il Ceske Budejovice arrancava a -5 dai cuneesi, la Bre Banca Lannutti trova nel muro l’arma vincente e decisiva: 3 block consecutivi (2 di Mastrangelo e 1 di Vesely) portano Cuneo a +7 (9-16) e soprattutto minano definitivamente le poche sicurezze rimaste all’attacco della formazione ceca, che lascia scivolare via il set inesorabilmente: 25-18 per la formazione di Gulinelli in 22 minuti.

Secondo set non molto diverso, ma con un Ceske Budejovice che riesce a mantenersi più a lungo in partita, centrando qualche muro importante e accennando qualche piccola rimonta che sfrutta anche gli errori dei cuneesi. La più pericolosa quella sul finale del set, quando dal 24-20 rimonta fino al 24-22, annullando due set ball, ma senza riuscire ad impedire a Wijsmans e compagni di chiudere 25-22 e portarsi sul 2-0 nel conteggio set.

Decisamente più combattuto e meno in discesa per la formazione cuneese il terzo set, con gli uomini di Gulinelli ancora una volta subito a condurre nelle primissime fasi, ma poi il ritorno caparbio dei cechi del Budejovice complica notevolmente le cose. Dal 10 pari, infatti, la formazione di casa non molla più il passo e trova per più di una volta il sorpasso (il primo sul 13-12), impedendo alla formazione di Gulinelli di prendere il largo. Il break decisivo, complici anche un paio di errori dei padroni di casa, arriva sul 24-20, che tranquillizza i cuneesi e il coraggioso manipolo di Blu Brothers sugli spalti, immancabili anche qui. Chiude Vesely 25-21 e la Bre Banca Lannutti porta a casa il risultato che cercava per assicurarsi il primato nella pool.