Champions League F.: A Baku tutto facile per Conegliano

Tutto facile a Baku per l'Imoco Volley Conegliano, Telekom sconfitto in tre set. Questa sera alle 20.30 Liu Jo Nordmeccanica Modena in campo per l'accesso ai Playoffs 6

556
Muro Imoco vs Baku

TELEKOM BAKU – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (13-25, 9-25, 16-25) – il tabellino – La classifica

BAKU – In poco più di un’ora, l’Imoco Volley Conegliano sconfigge il Telekom Baku per 3-0 nella sesta e ultima giornata di Champions League: tutto facile, quindi, per le pantere di coach Mazzanti che, impegnate nella trasferta in Azerbaijan e forti di una qualificazione alla Final Four già ottenuta in qualità di società organizzatrice dell’evento, superano in 63 minuti le avversarie azere, già eliminate dalla corsa ai Play Off 6 e ancorate in fondo alla classifica della Pool A a 0 punti. 
IN CAMPO – Coach Mazzanti continua con il turnover: turno di riposo per Skorupa, in campo al Sidachi Sport Olympic Center di Baku c’è Lia Malinov al palleggio (nel giorno del suo compleanno), opposta Serena Ortolani, schiacciatrici Costagrande e Cella, centrali De Kruijf e Folie, libero De Gennaro.
LA GARA – Rispetto alle giovani della Telekom Baku, ancora a secco nel girone A di Champions, le pantere hanno un altro ritmo e si vede subito all’inizio: i servizi di Malinov (5 punti) e di una Ortolani in gran forma fanno breccia nella ricezione di casa, De Kruijf e Folie vengono innescate con successo e si fanno sentire anche a muro, Costagrande in crescita piazza colpi pesanti in attacco (7 punti alla fine). Primo break sull’8-12 con le battute della giovane palleggiatrice azzurra, poi 11-17 e da lì strada spianata verso il primo set chiuso 13-25 in soli 21 minuti.

Non c’è storia dall’inizio invece nel secondo set, l’Imoco Volley viaggia spedita con un servizio aggressivo e un muro-difesa che lascia poco spazio a Hasanova e compagne, le gialloblù chiudono con facilità lasciando le briciole al Baku, 9-25.

Reazione di orgoglio a inizio terzo set della squadra di Gaijc, che mette la testa avanti in avvio, ma subito con i mani e fuori di Elisa Cella le pantere agganciano e sorpassano (5-7). La squadra di Mazzanti non vuole correre rischi né sprecare energie e riprende le avversarie con muri (2 di De Kruijf), grandi difese di De Gennaro e le attaccanti tutte efficaci. In un batter d’occhio, l’Imoco ricomincia a macinare punti a raffica (8-16), ipotecando definitivamente il set e la partita. Capitan Ortolani (top scorer con 12 punti e 3 aces) e compagne chiudono 16-25.

 

Sostieni Volleyball.it