Champions League F.: Conegliano non si ferma mai. 3-0 al Nantes, Egonu ne fa 22

POOL D – 6. GIORNATA
A. Carraro Imoco CONEGLIANO – NANTES VB 3-0 (25-23, 25-19, 25-17)
A. Carraro Imoco CONEGLIANO: De Kruijf 9, Geerties 9, Ogbogu 8, Wolosz 1, Sylla 13, Egonu 22, De Gennaro (L), Fersino, Gennari. Non entrate: Sorokaite, Folie (L), Botezat, Enweonwu, Hill. All. Santarelli.
NANTES VB: Ndoye 8, Sylves 3, Alanko 1, Schad 3, Gicquel 12, Vander Weide 9, Burmazovic (L), Le Roux. Non entrate: Schwabe, Lecrosnier, Druenne, Piata Zessi. All. Ong Vathanara.
ARBITRI: Sarikaya, Krticka.
NOTE – Durata set: 27′, 24′, 22′; Tot: 73′.

TREVISO – Ennesimo 3-0 per l’Imoco Conegliano che chiude la Pool D con 6 vittorie su 6 gare, cinque 3-0 e un 3-2.

Dopo il 3-0 dell’andata in terra transalpina, le Pantere replicano stasera e chiudono imbattute il girone nonostante la strenua resistenza delle francesi che coltivavano ancora prima del match qualche speranza di qualificazione, svanita però sotto i colpi dello schiacciasassi orogranata.

Dopo la vittoria con Novara coach Santarelli, nel suo “turnover” schiera oggi dall’inizio la diagonale Wolosz-Egonu, De Kruijf-Ogbogu, Geerties-Sylla, libero De Gennaro. Dopo qualche scambio di “studio”, le Pantere fanno il primo break dopo due fast di De Kruijf e un muro di Egonu e salgono +5 (11-6), costringendo la squadra ospite a un precoce time out. Un paio di errori di casa e qualche gran difesa delle francesi propiziano il pareggio a quota 15 dopo un attacco della giovane Gicquel. Le Pantere tornano sopra 18-16 con un tocco di prima intenzione di capitan Wolosz, ma il Nantes si gioca il tutto per tutto e pareggia 18-18 con Vander Weide. Time out di coach Santarelli. Ma la squadra ospite continua a combattere su ogni pallone, è avanti 20-21 quando Egonu pareggia con un missile dei suoi, poi Robin De Kruijf sorpassa in fast, 22-21, poi mura per il +2. Le Pantere pur soffrendo chiudono 25-23 con il diagonale finale (10 punti con 3 muri nel set!) di Paola Egonu.

Nel secondo set Nantes continua a tenere sulla corda l’A.Carraro Imoco Conegliano, che deve sudare per venire a capo della tenace resistenza ospite. La centrale Sylves lavora bene al centro, Gicquel spara quando può e le francesi volano avanti 3-6. La squadra di coach Santarelli prova a reagire, ma non è la solita macchina perfetta e le prodezze di Lucille Gicquel tengono avanti il Nantes (6-10). Un ace e un attacco di Sylla riducono il gap (9-11), ma le francesi non mollano. Ci vogliono due bordate di Egonu in battuta e un paio di punti sofferti di Geerties e Sylla dopo le difese di De Gennaro per tornare appaiate sul 14-14. Dopo un inizio un po’ faticoso, Miriam Sylla comincia a bombardare con continuità e l’attacco veneto ne beneficia, suo il sorpasso (17-16). Ora le Pantere fanno davvero sul serio, tre punti di fila di Paola Egonu (2 super muri e un attacco) lanciano la squadra di casa al +5 (21-16). Gicquel non si arrende e fa vedere ottimi colpi, ma Conegliano ha preso il suo ritmo e con la coppia Sylla (8 punti)-Egonu (7) sugli scudi torna il “solito” schiacciasassi e incamera anche il secondo parziale 25-19.

Il terzo set a differenza dei primi due vede subito le Pantere scappare via. l’A.Carraro Imoco ha preso il suo ritmo e non si ferma più. Il primo break è di De Kruijf in battuta (8-4), poi Nantes con orgoglio si riavvicina (10-8), ma Wolosz e compagne non si scompongono e si mantegono a distanza di sicurezza (14-10). La “solita” Gicquel a muro accorcia le distanze (15-12), ma Chiaka Ogbogu risponde in fast e Conegliano resta a +4. La squadra francese non dà vita facile alle gialloblù, che comunque continuano a spingere con belle difese di De Gennaro che consentono precisi contrattacchi a Sylla (13 punti), Ogbogu (8 punti, 70% in attacco) e Geerties (19-15). Vander Weide si fa valere anche da seconda linea, ma Conegliano vede lo striscione del traguardo vicino e stringe i tempi. Egonu (22 punti, 61%, 5 muri) mette la quinta e chiude un muro di Ogbogu per il 25-17 finale, che vuol dire 6 su 6 nel girone.

Sostieni Volleyball.it