Champions League F.: Scandicci cede al Fenerbahce 1-3

Haak 24 punti contro il Fenerbahce
Haak 24 punti contro il Fenerbahce

Quarti di finale: Andata
SAVINO DEL BENE SCANDICCI – FENERBAHCE OPET ISTANBUL 1-3
(19-25, 25-23, 19-25, 21-25) – il tabellino

FIRENZE – Il Fenerbahce vince la gara di andata dei Quarti di finale di Champions League femminile in quel di Firenze, campo di casa della Savino del Bene Scandicci e mette una seria ipoteca al passaggio in semifinale.

Gara di ritorno il 19 marzo a Istanbul.

IN CAMPO – Per l’appuntamento europeo coach Parisi punta su di un 6+1 composto da Malinov al palleggio, Haak come opposto, capitan Bosetti e Vasileva in banda, Adenizia e Stevanovic da centrali con Merlo da libero. Il tecnico Zoran Terzic, allenatore del Fenerbahce oltre che CT della Serbia Campione del Mondo, sceglie invece il 6+1 composto da Antonijevic al palleggio, Vargas da opposto, Rabadzhieva e l’ex Conegliano Bricio in banda, la capitana della nazionale turca Erdem e Babat da centrali. Nel ruolo di libero la classe ’87 Dalbeler.

LA PARTITA – La gara inizia con una Savino Del Bene intenzionata a far valere il fattore campo. Adenizia in primo tempo ed Haak con la classica bordata consentono a Scandicci di andare avanti (4-2). Il Fenerbahce pareggia 5-5 con Vargas. L’equilibrio rimane immutato fino al 9-9 poi la squadra di Terzic va in fuga con un break che la porta avanti di 5 punti (10-15). Vasileva e soprattutto Malinov con due attacchi rosicchiano tre punti al Fenerbache, Stevanovic con un ace fa il resto portando Scandicci sul -2 (15-17). Le turche tornano ad allungare fino al 15-19, risponde Bosetti con un gran pallonetto (16-19). Un parziale di tre punti chiuso da un ace di Bricio consente al Fenerbahce di tornare in vantaggio di 4 lunghezze (17-21). Il set si chiude con il successo per 19-25 della formazione ospite, che si aggiudica la prima frazione di gioco.

La Savino Del Bene non vacilla nonostante il set perso e nonostante il Fenerbahce vada avanti 4-7 anche ad inizio del secondo set. La squadra di Parisi reagisce con un break di 4 punti costruito da Bosetti, da una pipe di Vasileva ed un attacco di Haak (8-7). Il Fenerbahce è costretto così a chiamare time out. Il vantaggio scandiccese continua ad aumentare fino all’11-7 con un pallonetto diabolico di Vasileva ed un super muro di Bosetti su Vargas a far esultare il pubblico di casa. Il Fenerbahce reagisce e si porta fino al -1 (11-10), prima di pareggiare sul 14-14 con un attacco da campionessa di Bricio, che dalla seconda linea trasforma una possibile free ball in un attacco in pipe a tutto braccio. Il Fenerbahce riesce a gestire il vantaggio, arrivando fino 15-17. Bosetti firma due punti in fila restituisce il vantaggio a Scandicci (18-17) fino al 20-17, dopo il time out voluto da Terzic le turche tornano però in parità grazie alla grinta di capitan Erdem (20-20). Scandicci non si scoraggia e anzi con Malinov e Bosetti a fare 22-21. Il set lo chiudono Adenizia, che chiude uno scambio infinito, e Vasileva con un muro che vale il 25-23 e il pareggio 1-1 nel conto dei set.

Il Fenerbahce, ferito dalla sconfitta di set, reagisce con rabbia nella terza frazione e vola sul +5 (4-9). Con calma la squadra di Parisi prova a ritornare in linea di galleggiamento e con Adenizia in primo tempo ed un attacco di Haak arriva l’8-11. Le ragazze di Terzic sono però determinate a spingere indietro Scandicci e infatti le turche riescono a tornare avanti di 6 lunghezze (10-16). Parisi prova la carta Mitchem e l’americana segna subito con un mani out che vale il 13-17. Il punto del 14-20 dimostra la grande mentalità del Fenerbahce: la squadra di Istanbul infatti difende palloni impossibili e poi è Bricio a finalizzare. Adenizia non si arrende e segna in primo tempo (18-23), ma il Fenerbahce non molla la leadership e si aggiudica il terzo set per 19-25 con un punto di Vargas.

Il quarto set inizia come il più equilibrato della gara, senza che nessuna delle due squadre in campo riesca a creare un parziale importante, il Fenerbahce arriva comunque in vatanggio fino al 4-6, prima che Scandicci pareggi sul 6-6. La Savino Del Bene si trova nuovamente in parità sul 9-9, prima di balzare avanti con Haak e Stevanovic (11-10). Scandicci va sul +2, poi viene raggiunta, in particolar modo grazie ad un ace di Vargas che segna il 12-12. Il risultato di parità torna sul 14-14 e sul 15-15 con Haak che “chiama” e Bricio che risponde. Si procede sui binari dell’equilibrio fino al 18-19, poi uno show personale di Vargas porta il risultato sul 19-22. Il set e la gara si chiudono con l’attacco in pipe di Vargas che fa 21-25 e fissa il punteggio finale sull’1-3. Tutto ancora da decidere comunque, la Savino Del Bene proverà a riaprire il discorso qualificazione nella gara di ritorno in programma il 19 marzo prossimo in Turchia.

HANNO DETTO – Carlo Parisi post partita: “Alla fine è stata una buona partita, considerando le difficoltà di questo periodo. Paghiamo la difficoltà di mettere la palla a terra. Oggi hanno giocato più libere con la mente e nel finale di quarto set qualche errore di troppo ci ha penalizzato. Abbiamo giocato contro una squadra forte e completa e davanti abbiamo un’altra partita da giocare”.

Sostieni Volleyball.it