Champions League F.: Vakifbank, Stoccarda, Mosca e Fenerbahce vincenti. Torna Ognjenovic

MODENA – Negli incontri odierni di Champions League femminile senza squadre italiane vittorie come da pronostico per Vakifbank, Stoccarda, Mosca e Fenerbahce.

Pool A
Vakifbank Istanbul – Maritza Plovdiv 3-0 (25-19, 25-17, 25-19) – il tabellino
Con 9 muri a 0 e 8 ace a 1 di squadra, 19 punti di Sloetjes e 16 di Zhu Ting il Vakifbank di Guidetti e Di Iulio (breve comparsa nel 3° set) liquida come da copione un Plovidv comunque combattivo e sempre in grado di passare i 15 punti.
Nelle 14 del Vakifbank non c’è Rasic per un problemino al polpaccio.

Béziers VB – Allianz MTV Stoccarda 0-3 (19-25, 20-25, 16-25) – il tabellino
Pur senza Rivers e con molte seconde linee in campo lo Stoccarda rifila addirittura 20 punti di scarto al Béziers in cui stecca clamorosamente l’opposta statunitense Malina Terrell (0/14 in attacco).

Pool E
Dinamo Mosca – CSM Bucarest 3-1 (25-18, 25-20, 14-25, 25-15) – il tabellino
Grazie alla rimonta dal 4-14 e 18-20 nel 2° set la Dinamo Mosca riesce a conquistare i 3 punti contro il CSM Bucarest e resta in corsa per un posto nei quarti di finale.
Sul fronte russo da segnalare il ritorno in campo di Ognjenovic (l’ultimo match giocato risaliva allo scorso 29 dicembre) ed i 24 punti di Goncharova (questa volta però solo con un modesto 37% in att.) mentre per le rumene le migliori sono Grothues (16 punti e 58% in att.) e Trushkina (16 punti e 48% in att.). Nel CSM si rivede per un breve scapolo anche Salaoru il cui infortunio dovrebbe dunque essere sulla via di risoluzione.

Chemik Police – Fenerbahce Opet Istanbul 0-3 (24-26, 20-25, 15-25) – il tabellino
Di fronte a quasi 4000 spettatori il Fenerbahce, con Rabadzhieva per la prima volta titolare ed autrice di una prova negativa (-22% di eff. in att., 9% di ric. prf.), batte 3-0 il Chemik Police di Abbondanza e resta imbattuto in testa al girone.
Nel primo set le turche rimontano dal 23-19 e 24-22, nel secondo soffrono sino al 19-18 per il Police e poi piazzano il break decisivo di 0-6, nel terzo prendono subito parecchi punti di vantaggio e chiudono con ampio margine.
19 punti a testa per Vargas (52% in att., 2 muri e 1 ace) e Bricio (50% in att., 1 muro,  4 ace).

Sostieni Volleyball.it