Champions League: Kazan vince con le seconde linee e gli ace di Ngapeth

Pool A
Knack ROESELARE – Zenit KAZAN 1-3 (18-25, 25-20, 23-25, 19-25) – il tabellino

ROESELARE – Pur essendo ancora agli inizi del girone lo Zenit Kazan campione in carica si affida al turnover per la trasferta di Roeselare. Non c’è Vladimir Alekno, a dirigere la squadra nell’insolita veste di coach c’è invece il libero Alexey Verbov che lascia a riposo Butko, Mikhailov ed Anderson (i 3 faranno solo brevi apparizioni nel corso del match). Il sestetto vede dunque Loran Alekno in regia, Alekseev opposto, Ngapeth e Spiridonov in banda, Likhosherstov e Volvich al centro (assente Samoylenko) e Krotkov libero. Formazione rimaneggiata in 2 pedine anche per il Knack che sabato si giocherà il ritorno della Coppa del Belgio: in panchina Tuerlinckx (forse ancora non recuperato) e Van Hirtum, in campo Kindt e Sam Holt.
Il match è così più equilibrato di quanto ci si potesse attendere alla vigilia e dopo un set per parte si scalda ulteriormente nel 3° set con il Knack che risale dal 9-15 al 17-16. Nel finale di parziale si vedono in campo anche Butko, Mikhailov ed Anderson, ma il palleggiatore si fa notare solo per l’errore che regala il 23-23 (sprecato il vantaggio di 21-23). Kazan chiude comunque alla prima palla set.
Il quarto set è deciso dagli ace di Ngapeth: 4 nel parziale sui ben 8 realizzati nel match. Per l’ex-modenese sono basse le percentuali in attacco: 28% di vinc. e 14% di efficienza.

Sostieni Volleyball.it