Champions League: La Cev valuta le richieste del Fakel a rischio quarantena se verrà a giocare in Italia

LUSSEMBURGO – E’ di oggi la richiesta del Fakel Novy Urengoy di non giocare in Italia la gara di ritorno dei Quarti di finale di Champions League – in programma l’11 marzo – con la Sir Safety Conad Perugia.

E’ infatti delle ultime ore la presa di posizione del Governo russo che avrebbe informato il club siberiano di un rischio quarantena al rientro da Perugia.

Una decisione che impedirebbe al club allenato dall’italiano Camillo Placì di iniziare i play off scudetto il  15 marzo.

Una situazione che ha fortemente penalizzato lo stesso club che aveva già programmato il viaggio in Italia.

Sostieni Volleyball.it