Winiarski contro il muro della Dinamo – foto cev.lu
MODENA – Oltre al tris di successi italiani giocate ieri 4 partite nella Champions League maschile.

Pool A
Zenit Kazan – Hypo Tirol Innsbruck 3-0
(25-10, 25-16, 25-22) – il tabellino
Alekno lascia a riposo Anderson ed Apalikov, ma la squadra non ne risente e controlla agevolmente l’incontro fino al finale di 3° set. Poi i campioni di Russia, avanti prima 23-17 e poi 24-20, si fanno incredibilmente riagganciare dall’Innsbruck (buona la prova dell’opposto Jimenez). La formazione austriaca manca però 4 set-point e cede 34-32.

Knack ROESELARE – VfB FRIEDRICHSHAFEN 3-1 (26-24, 22-25, 25-20, 25-23) – il tabellino (a seguire)
La formazione belga mette un’ipoteca sul 2° posto del girone aggiudicandosi lo scontro diretto col Friedrichshafen che ora ha 4 punti di distacco in classifica. Decisivo nell’economia del match il vantaggio di 20-23 sprecato dagli ospiti nel 1° set.

Classifica Pool A

Pool D
Ach Volley Ljubljana – Euphony Asse-Lennik 3-0
(25-19, 25-15, 25-15) – il tabellino
Con Flajs e Kovacevic sugli scudi (77% e 67% in att.) la formazione slovena domina l’incontro contro la modesta formazione belga che non riesce mai ad entrare in partita. Sidibé e compagni sono ora ad un solo punto di distacco dal Generali Haching.

Classifica Pool D

Pool E
PGE Skra BELCHATOW – Dinamo MOSCA 3-1
(25-21, 25-16, 19-25, 25-18) – il tabellino (a seguire)
Di fronte a 12.800 spettatori che prima del via applaudono Kurek (è in tribuna ancora infortunato) lo Skra Belchatow si aggiudica il big-match di giornata contro una Dinamo Mosca penalizzata dalle assenze (Veres è utilizzato solo per qualche scampolo di gioco). 18 punti per Wlazly, 25 per Kruglov.

Classifica Pool E