Champions League: Le altre 7 partite dell’ultima giornata. Vittoria decisiva per il rimaneggiato Skra Belchatow

550
Teppan trascina lo Skra alla vittoria che si rivelerà decisiva

MODENA – Panoramica sulle altre 7 partite dell’ultima giornata della fase a gironi della Champions League maschile che non vedevano in campo squadre italiane.

Pool Ala classifica
Zenit Kazan – Halkbank Ankara 3-0 (25-14, 25-22, 28-26) – il tabellino
Alekno lascia a riposo Butko (entrato solo per il doppio cambio) e Mikhailov, ma il già qualificato Zenit Kazan batte comunque 3-0 l’Halkbank Ankara di Giuliani e Baranowicz (ancora indisponibile Subasi) che vede dunque svanire le residue chance di qualificazione. Top scorer Anderson con 16 punti.

Knack Roeselare – United Volleys Frankfurt 3-1 (25-22, 25-15, 22-25, 25-15) – il tabellino
Il Knack Roeselare batte 3-1 lo United Volleys Frankfurt nella sfida che assegnava il terzo posto della pool.


Pool C
la classifica
Zenit San Pietroburgo – VFB Friedrichshafen 3-0 (25-22, 25-22, 25-22) – il tabellino
Contro le seconde linee del Friedrichshafen (non c’è nemmeno coach Heynen avvistato invece in tribuna a Maaseik) lo Zenit San Pietroburgo non dilaga, ma ottiene comunque la vittoria che gli serviva per restare tra le teste di serie del sorteggio.

ACH Volley Lubiana – Chaumont 1-3 (17-25, 25-23, 15-25, 16-25) – il tabellino
Grazie al netto successo sul già eliminato Lubiana (dopo il calo del 2° set entrano Repak e Winkelmuller al posto di Saeta e Ban Tara) lo Chaumont di Prandi centra per il secondo anno consecutivo l’ottimo risultato di superare la fase a gironi della Champions League. Bella partita per Atanasov (18 punti, 57% in att., 1 muro e 1 ace) ed Averill (17 punti, 63% in att., 6 muri e 1 ace).


Pool D –
la classifica
PGE Skra Belchatow – Berlin Recycling Volleys 3-0 (27-25, 25-23, 31-29) – il tabellino
Pur in campo con un solo centrale di ruolo, in diagonale a Klos c’è lo schiacciatore Ebadipour, per un problema alla schiena accusato alla vigilia da Kochanowski (ancora indisponibile il lungodegente Czarnowski e non ancora pienamente recuperato il cubano Fiel) lo Skra di Piazza, che deve fare a meno anche di Wlazly (nemmeno a referto) e Szalpuk (solo qualche breve apparizione), riesce a sconfiggere 3-0 il già eliminato, ma non arrendevole, Berlin Recycling Volleys. MVP Teppan con 23 punti, il 74% in att. e 3 ace.
Nel primo set i polacchi recuperano dal 16-20 ed annullano 2 set-point (23-24 e 24-25) prima di spuntarla 27-25. Nel 2° set piazzano il break dal 9-12 al 14-12 e dopo essere tornati in svantaggio (16-17 e 17-18) ripassano avanti (19-18), allungano (23-21) e chiudono (25-23). Nel 3° set lo Skra spreca l’iniziale 10-4, ma poi recupera dal 21-23, annulla 3 set-point (23-24, 24-25, 25-26) e chiude 31-29 col muro di Orczyk.
Lo sforzo viene premiato in tarda serata quando la clamorosa rimonta della Lube dallo 0-2 e 20-24 elimina lo ZAKSA e porta ai quarti lo Skra Belchatow. Il Berlino resta all’ultimo posto della Pool.

Greenyard Maaseik – Trefl Gdansk 0-3 (20-25, 21-25, 21-25) – il tabellino
Pur già sicuro del primo posto nel girone e nello stesso già certo di non poter essere testa di serie nel sorteggio il Trefl Gdansk di Anastasi non regala nulla e va a prendersi la quinta vittoria consecutiva nel girone contro un deludente Greenyard Maaseik che nel 3° set viene sconfitto anche dalle seconde linee (7 cambi per il Gdansk tra 2° e 3° set).

Pool Ela classifica
Tours – Dinamo Mosca 0-3 (23-25, 17-25, 31-33) – il tabellino
Con i 17 punti (4 ace) dell’italoolandese Kooy ed i 7 muri del centrale Shcherbinin la Dinamo Mosca sopperisce alla giornata no dell’opposto Shkulyavichus (0 su 7 in att. e poi sostituito da Kruglov) e va a prendersi la vittoria che vale la qualificazione ai quarti sul campo del già eliminato Tours. Quattro i set point sciupati dai padroni di casa nei vantaggi del 3° set.

Sostieni Volleyball.it