Champions League: L’Italia protagonista a Berlino. La grande soddisfazione di Cattaneo  

ROMA – Un’altra settimana di coppe europee è andata in archivio e ancora una volta, dopo i trionfi in Cev e Challenge Cup, le formazioni italiane sono risultate grandi protagoniste.        

Il volley tricolore ha addirittura sfiorato un clamoroso poker di partecipazioni alle finali di Champions League, che vedranno in campo: Imoco Volley Conegliano, Igor Gorgonzola Novara e Cucine Lube Civitanova. L’en plein non è riuscito solo a causa della sconfitta della Sir Colussi Sicoma Perugia, fermata in semifinale dai campioni in carica dello Zenit Kazan: altra qualificata per la Super Final di Berlino.

Sabato 18 maggio tutte le attenzioni del mondo pallavolistico saranno concentrate sulla capitale tedesca che, grazie al nuovo format della CEV, assegnerà nello stesso giorno la Champions League femminile (fischio d’inizio ore 16) e quella maschile (ore 19).  

La sfida infinita tra Conegliano e Novara questa volta varrà quindi il trono d’Europa, mentre la Lube, dopo la finale dello scorso anno, proverà nuovamente a interrompere il regno di Kazan che dura da ben quattro stagioni.         

“Sono estremamente orgoglioso dei risultati ottenuti dalle nostre squadre – le parole del presidente CattaneoI club tricolori riescono a dare sempre grandi soddisfazioni a tutto il movimento italiano. Portare alle finali di Champions League di Berlino due formazioni nelle donne e una negli uomini era qualcosa di molto difficile da pronosticare a inizio anno, soprattutto considerando l’altissimo valore delle avversarie europee.           
Nel torneo femminile faccio i più sinceri complimenti sia a Conegliano sia a Novara, sono state capaci con delle prestazioni incredibili di eliminare le squadre turche. L’Imoco ha dominato in maniera incontestabile le due semifinali, mentre Novara dopo un primo match perfetto, nella seconda gara ha trovato la forza di risollevarsi nel momento decisivo.   
Il 18 maggio andrà in scena un meraviglioso spot per tutto il movimento italiano, tutto questo grazie a tre società forti e ben organizzate che si sono meritate questo risultato grazie ad anni di impegno e duro lavoro. M’immagino già l’impianto di gara colorato dalle tre tifoserie tricolori, sembrerà di giocare in Italia, solo che ci sarà in palio il trofeo più ambito d’Europa”. 
“Se nel femminile non mi sarà possibile fare il tifo, ben diverso sarà per la finale maschile – prosegue il numero uno federale – Tutti noi vogliamo che Civitanova riporti in Italia la Champions, c’è da vendicare il risultato dello scorso anno e sono convinto che la Lube abbia i mezzi per fermare il dominio di Kazan. L’accesso alla Super Finals di Berlino premia nuovamente gli sforzi della società marchigiana: una realtà che da decenni primeggia sia Italia sia in Europa. Mi dispiace per Perugia, perché ha disputato un grande torneo ed è stata fermata solamente dalla corazzata Kazan. In semifinale i campioni d’Italia si sono espressi quasi sempre sul livello dei russi, e io credo che questo renderà Perugia ancora più agguerrita per tentare di conquistare la coppa il prossimo anno”.    
“Oltre ai risultati ottenuti dai nostri club c’è un altro grande motivo di soddisfazione – conclude Cattaneo – Mi riferisco alle prestazioni di tanti atleti italiani, capaci di ritagliarsi un ruolo da protagonisti all’interno delle proprie squadre. Lo considero un segnale davvero positivo in vista dell’imminente stagione delle formazioni azzurre. Il nostro è un mondo che si deve alimentare a vicenda: le vittorie dei club aiutano le nazionali e in maniera ancor più forte i successi delle squadre azzurre trainano l’intero movimento”.     

Sostieni Volleyball.it