Champions League: Lo Zaksa di Gardini sgambetta Modena. 3-1

L'Azimut Leo Shoes Modena perde 3-1 nell'Azoty Arena, campo di casa dello Zaksa, e scende al terzo posto della Pool alle spalle della squadra di Gardini per quoziente punti

Zaksa Kedzierzyn-Kozle – Azimut Leo Shoes Modena 3-1 (22-25, 26-24, 25-21, 25-22) – tabellinoClassifica Pool

Le interviste post gara – VelascoAnzaniHolt

KEDZYERZIN-KOZLE – È una Modena sprecona quella che lascia sul campo dello Zaksa di Andrea Gardini la possibilità di centrare ufficiosamente la qualificazioni ai quarti di finale. L’Azimut parte bene nel primo set, poi si incarta nella gestione del muro difesa e non riesce mai a stare davanti a una formazione guidata magistralmente da Toniutti e mai doma nonostante l’assenza di Deroo e l’infortunio a Bieniek nel secondo set. Ora il discorso qualificazione si complica per gli uomini di Velasco (duro con Christenson a fine partita), chiamati a vincere con la Lube alla prossima giornata.

I PIÙ E I MENO – Toniutti e la difesa dello Zaksa eccellenti per tutto il match, Christenson non sempre lucido e il muro di Modena i meno.

COSA VI SIETE PERSI  –Un Kaczmarek indemoniato, incubo per le mani del muro gialloblù.

I SESTETTI. Modena parte con Christenson e Zaytsev, Urnaut e Bednorz, Holt e Anzani e Rossini libero. Lo Zaksa risponde con Toniutti e Kaczmarek, Sliwka e Szymura, Bieniek e Wisniewski e Zatorski libero.

LA PARTITA 
Velasco rilancia Christenson titolare dopo la pausa di Padova, Gardini non ha Deroo. Zaytsev parte forte: diagonale e muro su Szymura, 2-1 ospite che diventa 7-4 con tre ace consecutivi del capitano. Lo Zaksa impatta a 15, poi Christenson ferma Sliwka e Urnaut trasforma il rigore del 19-16. Torna pari lo Zaksa, ma Bednorz a muro e un monumentale Zaytsev chiudono 25-22.

Nel secondo Bieniek prende una botta ed entra Kalembka sul 12-10, Modena non azzanna e il centrale subentrato mura Holt per il 21-19 casalingo. Pareggia Urnaut 22-22 con una bella rigiocata, Christenson mura Sliwka per il 24-23 Azimut ma poi Urnaut si fa murare da Kaczmarek e Zaytsev tira in rete dopo una brutta ricezione: 26-24 Zaksa. Da qui in avanti l’Azimut non tiene più a muro Kaczmarek e Sliwka, in difesa cadono troppi palloni, Zaytsev cala di efficienza così come uno già spento Urnaut.

Nel terzo il break dell’8-6 Zaksa con un break che regge per tutto il set: le battute di Wisniewski propiziano il 24-19 che diventa 25-21 col muro di Szymura su Zaytsev.

Nel quarto due punti di Zaytsev sembrano ridare fiducia ai gialli, ma Toniutti riporta subito i suoi avanti. Entrano anche Keemink e Pinali, che tengono il cambipoalla, poi Pinali va con l’ace del -1. Modena torna sotto di 3 e va al 19 pari. Arrivano però gli ultimi errori: Urnaut sbaglia un bagher di rigiocata, Zaytsev ha il contrattacco del 23-23 ma si fa murare da Kalembka, chiude Kaczmarek con l’ace del 25-22.

Sostieni Volleyball.it