Champions League: Noliko, Kedzierzyn e Friedrichshafen vincono i match di andata

Konstantinov protesta, ma ottiene solo un cartellino rosso

MODENA – Risultati, tabellini e commenti sulle altre partite dell’andata dei play off 12 che non vedevano in campo squadre italiane.

Play Off 12: Andata (14 marzo)
Noliko Maaseik (Bel) – Lokomotiv Novosibirsk (Rus) 3-0 (25-23, 26-24, 30-28) – il tabellino
Privilegiando la gara 2 dei quarti di finale del campionato russo (in programma domenica) contro la Dinamo Mosca il Lokomotiv Novosibirsk lascia a casa Eksi, Pavlov, Divis, Kurkaev, Smolyar e Martyniuk. Il Noliko Maaseik (n.e. Sighinolfi) è bravo ad approfittarne e vince tutti i set in volata grazie ai 16 punti col 68% in att. di Rychlicki ed ai 14 di Maan (57% in att.). Nel 3° set (in cui il Lokomotiv spreca un set point come già accaduto nel 2° set) alla fine decidono gli arbitri che sull’attacco del 28-29 non vedono il tocco del muro belga nemmeno al videocheck ed invertono il punteggio (29-28) per poi chiudere il conto con un cartellino rosso sulle ovvie proteste di Konstantinov. Al Novosibirsk non bastano dunque i 20 punti col 52% in att. di Savin.

Jastrzebski Wegiel (Pol) – ZAKSA Kedzierzyn-Kozle (Pol) 1-3 (19-25, 19-25, 25-21, 33-35) – il tabellino
Il derby polacco d’andata, nonché derby delle panchine italiane, va allo ZAKSA Kedzierzyn-Kozle di Gardini e Falaschi che batte 3-1 lo Jastrzebski Wegiel di De Giorgi. La formazione di casa è tradita dal suo miglior giocatore (per Hidalgo Oliva appena 3 punti e -36% di eff. in att.), ma riesce comunque ad abbozzare una rimonta dopo l’ingresso di Quiroga. Nel finale del 4° set lo Jastrzebski ha 5 set-point (24-23, 25-24, 26-25, 27-26 e 33-32), ma capitola alla sesta palla match. Nello ZAKSA grandi prove per Torres (25 punti, 69% in att. e 3 muri) e Deroo (17 punti, 58% in att., 1 muro, 2 ace).

Berlin Recycling Volleys – VFB Friedrichshafen 2-3 (22-25, 25-23, 23-25, 25-18, 12-15) – il tabellino
Imbattuto e a punteggio pieno in campionato (18 vittorie), trionfatore della Coppa di Germania (4 vittorie), il VFB Friedrichshafen di coach Heynen prosegue il suo straordinario cammino senza macchia (in bacheca anche la Supercoppa) anche in Champions League espugnando il campo del Berlin Recycling Volleys (con la novità White al posto di Kromm e quest’ultimo poi subentrato in corso d’opera per lo spento Marshall) e centrando così la nona vittoria in altrettanti match giocati nella massima competizione europea (32 vitttorie su 32 match in stagione).
Con Boladz in giornata no (finito in panchina col -7% di eff. in att.) e Collin indisponibile (partono Gunthor e Kevorken, ma dal 3° set si rivede nel suo vecchio ruolo Takvam) a trascinare il Friedrichshafen ci pensa Protopsaltis: 24 punti, 59% in att. e 2 muri. Per il Berlino troppi errori in battuta: 21 contro gli 11 degli avversari.

Sostieni Volleyball.it