Champions League F.: Novara fa chiarezza. Nessuna comunicazione avversa allo svolgimento della gara da Turchia e Cev

MODENA – A dimostrazione che il condizionale qui fosse d’obbligo L’Igor Gorgonzola Novara oggi precisa:

A seguito delle notizie pubblicate oggi da alcuni media turchi e riprese da testate giornalistiche italiane, riguardo la presunta volontà della società Fenerbahce di non ospitare il match di Champions League con la Igor Volley e di non giocare la successiva gara in Italia, la società desidera precisare quanto segue:

– A oggi nessuna comunicazione o ipotesi di rinvio, spostamento, cancellazione o spostamento sede è stata formulata né dalla società turca, né tantomeno dalla CEV, ente europeo organizzatore della manifestazione.

– I dirigenti del club e gli omologhi del Fenerbahce sono in contatto quotidiano per l’organizzazione del doppio confronto e, a oggi, la collaborazione e l’intesa è stata totale. Il clima di lavoro è assolutamente positivo e l’organizzazione è in stadio avanzato, tanto che la società turca ha emesso il regolare bollettino-gara, richiedendo anche lo scambio pubblicitario previsto dal regolamento alla Igor Volley.

– Allo stato attuale non sussiste, anche alla luce delle restrizioni imposte dalle ordinanze ministeriali, regionali e federali, alcun ostacolo alla disputa del match di ritorno, in programma l’11 marzo a Novara. Nè ostacolo alcuno risulta esserci per il regolare svolgimento del viaggio, da parte della squadra, con destinazione Istanbul per la gara di andata in programma giovedì 5 marzo.

Enrico Marchioni (direttore generale Igor Volley Novara): “Non entro in situazioni che non riguardano la nostra squadra ma ci tengo a dire che a oggi nessuno, né la federazione europea né il club nostro avversario, il Fenerbahce, ha messo in dubbio la regolare disputa del doppio confronto. Al contrario, con tutte le parti in causa c’è un clima positivo, di collaborazione, e sono certo che tutto procederà in tal senso”.

Sostieni Volleyball.it