Trento festeggia il passaggio ai Quarti di finale – Cev
Trentino PlanetWin365-Noliko Maaseik 3-1 (25-20, 17-25, 25-17, 25-21) – il tabellino

di Chiara Vaccari

TRENTOTrentino Planetwin 365 conquista l’accesso ai Quarti di finale di Champions League, svolge il compitino senza brillare e a tratti lasciando lungo la strada la concentrazione. Il match è ben differente da quello d’andata, anche perché i trentini sono costretti a vincere mentre i belgi sanno di poter giocare privi di pressioni.   

IL MOTIVO – Trento si impone perché tecnicamente è più forte, ma fatica a domare l’avversario abile in difesa e veloce nelle soluzioni d’attacco, che trova nelle combinazioni al centro un’arma sempre efficace: i due centrali realizzano 14 e 13 punti a testa. 

IL MIGLIORE – Jan Stokr per potenza, efficacia e continuità. Chiude 20 punti con il 62% in attacco (16 su 26) e tre ace arrivati nei momenti importanti.

NON E’ ANDATO – In generale il rendimento al di sotto dei propri standard dei trentini, distratti sulle palle facili e poco cinici. 

LA PARTITA

Il Noliko regge fino a metà parziale di apertura, poi Jan Stokr prima con il servizio e poi picchiando da ogni zona del campo raddrizza le sorti del set e fornisce il là ai compagni per ritrovare il passo giusto e involarsi verso il 25-20. 
 
I belgi non demordono e affidandosi al loro gioco veloce e alle battute floating mettono in difficoltà la manovra trentina. I padroni di casa stentano a produrre un gioco accettabile e chiudono con appena il 37% in attacco. 

Il terzo set è senza storia, Trento sente che deve cambiare marcia e inizia fin da subito a condurre le danze. Il Noliko rincorre ma è distaccato fin dai primi scambi. Kaziyski e compagni ritornano sui loro standard anche grazie a 4 muri e riportano in alto il proprio rendimento a rete: 58%.

Anziché chiudere i conti, Trentino Planetwin365 riprende a subire il gioco al centro del Maaseik e pur giovandosi di nuovo di un grande Stokr non riesce a prendere il sopravvento sugli avversari, che tengono botta praticamente fino al termine e per qualche istante cullano addirittura il pensiero di arrivare al tie-break. Qualche errore belga unito agli attacchi di Stokr e Juantorena, però, non danno scampo e la frazione si chiude 25-21.