Poljak e Micelli, vince l’Eczacibasi – foto © Tarantini
MC-CARNAGHI VILLA CORTESE – ECZACIBASI VITRA ISTANBUL 2-3 (25-16; 14-25; 25-23; 19-25; 13-15)
MC-CARNAGHI VILLA CORTESE: Berg 1, Bosetti L. 11, Wilson 11, Pavan 19, Cruz 15, Guiggi 1, Carocci (L1). Puerari (L2) Stufi 9, Pincerato 0, Bosetti C 1, Barborkova 0. All. Abbondanza
ECZACIBASI VITRA ISTANBUL: Gümüs 17, Cansu 9, Darnel 18, Francia 21, Poljak 10, Öner 7, Kuzubasioglu (L1). Kayacan 0, Usic Jogunica 0, Yilmaz 0, Karakoyun 0 N.E., Büyükbayram.N.E. All. Micelli.
ARBITRI: Porvaznik – Kovacevic
Note – Durata set: ’26, ’21, ’28, ’24, ‘18. Durata totale 1h e 57 minuti. MC-Carnaghi Villa Cortese: 10 muri, 5 ace, 11 battute sbagliate, 23 errori punto, ricezione 61%, perf 51%; attacco 41%. Eczacibasi VitrA Istanbul: 12 muri, 4 ace, 14 battute sbagliate, 28 errori punto, ricezione 64%, 45 perf. %. Attacco 48 %

CASTELLANZA – La MC-Carnaghi Villa Cortese non ha paura delle grandi sfide e contro l’Eczacibasi Istanbul, Marcello Abbondanza schiera il proprio sestetto titolare con Berg in palleggio, Pavan opposta, Wilson e Guiggi centrali, Lucia Bosetti e Aurea Cruz schiacciatrici con Luna Carocci e Ramona Puerari nella solita alternanza di liberi.

Stratosferica e inarrivabile la MC-Carnaghi del primo parziale con la ricezione biancoblu che non soffre il mal di Mikasa e gira al 77% di palloni perfetti. Lindsey Berg può scatenare la propria fantasia nella distribuzione. Il dato più rilevante è nella casella errori: le biancoblu commettono un solo errore. Il 25-16 messo a segno da Lucia Bosetti dimostra come le cortesine abbiano dettato il ritmo e nasconde l’uscita per un infortunio al polpaccio sinistro di Martina Guiggi, ben sostituita da Federisca Stufi.

Speculare il secondo set con l’attacco dell’Eczacibasi Istanbul a tamburo rullante. La squadra ospita scappa nel punteggio fin dal primo set grazie ad un servizio più pesante che allontana dai tre metri la ricezione e che raccoglie anche due ace. Marcello Abbondanza le prova tutte, prova la girandola dei cambi, spende i time out ma il parziale ha preso la via di Istanbul che chiude sul 14-25.

Più equilibrato il terzo set che la MC-Carnaghi fa proprio grazie al fondamentale del muro: Sarah Pavan e Makare Wilson fermano Francia e Darnel, le due attaccanti più rappresentative e temibili a disposizione di Lorenzo Micelli.

Il muro di Francia su Pavan – foto © Tarantini
Da applausi Aurea Cruz, ancora una volta in evidenza per l’equilibrio ed il contributo dato in tutti i fondamentali. In attacco firma 6 punti, compreso quello che regala il 2-1 per le biancoblu.

Partita tutt’altro che finita. L’Eczacibasi Istanbul vuole il tie break e lo ottiene imponendosi 19-25, con Mirka Francia che sale in cattedra e spinge le turche.

Affidata ai palpitanti quindici punti del tie break la decisione del nome della vincitrice di questo match spareggio del Pool A. Le due formazioni danno spettacolo nel set più equilibrato della partita. Il muro di Gumus su Lucia Bosetti vale la fuga dell’8-10. Due punti difesi strenuamente da Istanbul che si affida con continuità a Mirka Francia, in queste fasi punto di riferimento della palleggiatrice Oner. Federica Stufi con due muri prova a tener viva la partita, ma nulla può contro il mani e fuori di Darnel che chiude il match sul 15-13.