Champions League: Vittoria corale di Perugia contro il Novy Urengoy

Leon contro il muro del Fakel
Leon contro il muro del Fakel

QUARTI DI ANDATA
FAKEL NOVY URENGOY – SIR SICOMA MONINI PERUGIA 1-3 (23-25 21-25 25-22 21-25) – il tabellino

NOVI URENGOY – La Sir Sicoma vince in maniera corale la gara di andata dei Quarti di finale di Champions League contro il Fakel Novy Urengoy.

Martedì 10 marzo al PalaBarton il match di ritorno con i bianconeri che avranno bisogno di due set almeno per staccare il pass.

Nel tabellino degli umbri  tutti protagonisti ad iniziare da Atanasijevic con 17 punti (54% in attacco), il solito Leon con 16 punti e il 63% in attacco coppia ben supportata dal duo centrale Podrascanin – MVP – (14 punti, 83% in attacco, 2 muri e 2 ace) e Russo (13, 3 muri, 77% in attacco, 10 su 13 senza errori) e dall’altra banda Plotnytskyi (12 punti).

Per il Fakel di Camillo Placì – come noto senza Kliuka – non sono bastati i 21 punti di Padar (5 a muri) e i 19 di Volkov (54% in attacco, 2 muri, 2 ace).

Perugia intanto si gode il fondamentale successo di stasera arrivato al termine di un match duro, difficile, in un palazzetto gremito e contro un avversario, il Fakel di coach Placì, che si è confermato compagine di rango, fisicamente fortissima soprattutto a muro e con tre attaccanti di assoluto livello come l’opposto Padar ed i martelli Volkov e Bogdan.

Gli umbri hanno vinto con le loro armi migliori: pressione in battuta, fase di muro-difesa efficace e molta pazienza in attacco dove tutti hanno saputo trovare variazioni offensive che alla lunga hanno fiaccato la resistenza russa.

Dopo il doppio vantaggio iniziale e la riscossa del Fakel nel terzo set, la Sir Sicoma Monini è stata brava soprattutto nella quarta frazione a partire forte ed a tenere duro quando la squadra di casa ha tentato la rimonta. Lì il carattere e la qualità dei ragazzi del presidente Sirci è venuta fuori con il punto finale di Atanasijevic che ha chiuso le ostilità.

Gran partita in ricezione ed in difesa di Max Colaci, che ha tenuto dritta la barra contro i fendenti dai nove metri russi, e gran gestione in regia di De Cecco

LA PARTITA 

Formazione da Champions per Heynen con Plotnytskyi e Russo. Subito doppietta (attacco ed ace) di Atanasijevic (0-2). Due invasioni consecutive russe portano a +4 Perugia (3-7). Padar e Kolodinskiy accorciano subito (6-7). Ace di Podrascanin (7-10). Il muro di Volkov riporta le squadre a contatto (11-12). Contrattacco vincente di Atanasijevic (12-15). Ace di Volkov (14-15). Break dei bianconeri ancora con il turno di Podrascanin (anche un ace) dai nove metri e con Atanasijevic devastante in contrattacco (15-21). Volkov con due muri consecutivi prova a ricucire il gap (20-23). Leon porta i suoi al set point (20-24). Doppio ace di Padar ed il Fakel è ad un punto (23-24). Chiude finalmente l’attacco di Leon (23-25).

Due punti in fila di Bodgan in avvio di secondo parziale (3-2). Leon in attacco e Russo a muro capovolgono (3-5). Ace di Plotnytskyi (3-6). Il solito Volkov accorcia (6-7). Atanasijevic per il nuovo +3 (6-9). In campo il primo tempo di Russo, fuori invece l’attacco di Padar (9-13). Contrattacco di Leon (11-16). Doppio ace di Ananiev (14-16). Out Atanasijevic e il Fakel è a contatto (16-17). Atanasijevic a segno da zona due (18-20). Out la pipe di Volkov (18-21). Primo tempo di Russo (19-22). Atanasijevic dalla seconda linea (20-23). Ancora out Volkov, set point Perugia (20-24). La pipe di Plotnytskyi propizia il raddoppio bianconero (21-25).

Perfetta parità nella fase iniziale della terza frazione (3-3). Muro di Russo, Perugia mette il naso avanti (4-5). Due in fila di Plotnytskyi (8-10). Due in fila anche per Leon (10-13). Podrascanin mantiene le distanze (12-15). Si esalta anche a muro il centrale serbo (13-17). Padar si carica sulle spalle la sua squadra e la riporta a contatto (16-17). Out per questione di millimetri Atanasijevic e parità (19-19). Il Fakel si porta avanti con Padar (21-19). Bogdan mantiene il vantaggio per i russi (23-21). Ancora Bodgan e set point Fakel (24-22). Il muro di Padar manda le squadre al cambio di campo (25-22).

Perugia avanti in avvio di quarto set con il turno al servizio di Plotnytskyi (2-4). L’ace di Volkov pareggia (5-5). Ace anche per capitan De Cecco (5-7). Out Leon e di nuovo parità (7-7). Si riscatta subito il numero 9 bianconero con l’ace del 7-9. Ancora Leon con la pipe, poi attacco out di Padar (8-12). Pallonetto vincente di Plotnytskyi (10-15). Il Fakel prova a rientrare, Perugia tiene (14-18). Ace di Bogdan (17-19). Padar chiude l’attacco del -1 (18-19). Gran palla in contrattacco di Atanasijevic (18-21). Muro vincente di Russo (19-22). Smash di Leon (19-23). In rete il servizio di Padar, match point Perugia (20-24). Chiude Atanasijevic (21-25).     

HANNO DETTO

Vital Heynen (Sir Sicoma Monini Perugia): “Oggi era davvero importante vincere qui in Russia. Non era facile, c’erano tante componenti che potevano influenzare la squadra come il viaggio molto lungo, il fuso orario, il freddo e qualche giocatore non al 100%. Ma i ragazzi sono stati molto bravi, hanno giocato di squadra contenendo il numero degli errori e facendo un passo importante per il passaggio alla semifinale di Champions. Sono davvero contento. Non parlo spesso di singoli giocatori, ma devo dire che oggi i nostri centrali Russo e Podrascanin hanno fatto un lavoro eccellente in battuta ed in attacco”.

Sostieni Volleyball.it