Cina: Braccio di ferro sugli stranieri. I campioni uniti si rivolgono alla FIVB

1705

PECHINO – Braccio di ferro in Cina tra la Federazione e i club maschili e femminili delle due Superleghe cinesi e i relativi stranieri.   

Durante una riunione del board della federazione è stato deciso di giocare la prossima stagione (2020/2021) senza giocatori stranieri, sia nelle competizioni maschili che femminili.  Nonostante i contratti già in essere.

Diversi giocatori a rischio dell’ingaggio nel ricco campionato asiatico, da Matt Anderson a Uros Kovacevic e Tine Urnaut alla bulgara Dobriana Rabadzhieva e alla statunitense Kelsey Robinson. Resteranno o torneranno sul mercato?

La scelta finale non è ancora stata ratificata anche perché i club non si sono dimostrati d’accordo con la decisone della federazione. Per questo è in calendario un incontro a metà della prossima settimana.

Nel frattempo i giocatori stranieri, supportati da legali, nella giornata di domani contatteranno la FIVB per difendere  le proprie posizioni contrattuali. 

Sostieni Volleyball.it