CINA – Questa mattina sono andate in scena Gara 3 di finale scudetto (tra il Tianjin di Carrillo e Yaneva e lo Jangsu di Hui Ruoqi e Zhang Changning) e Gara 4 della finalina per il 3° posto (tra le campionesse in carica del Bayi e le vice campionesse dello Shanghai di Pavan e Usic).

Finale 1°-2° posto: Gara 3 (23 gennaio)
Jangsu – Tianjin 3-0 (25-21, 25-22, 25-19) Serie 1-2
Jiangsu: Diao Linyu 5 (P), Zhang Changning 16 (O), Hui Ruoqi 13 (S), Xu Ruoya 16 (S), Jang Qianwen 6 (C), Wang Chenyue 8 (C), Chen Zhan (L); Zhao Jingxue 1 (P), Li Hui 0 (P), Gong Xiangyu n.e. (O), Zhai Tingli n.e. (S), Wang Tingting n.e. (C).
Tianjin: Yao Di 0 (P), Carrillo 12 (O), Yaneva 2 (S), Chen Liyi 11 (S), Zhang Xiaoting 6 (C), Wang Ning 4 (C), Yin Na (L), Liu Liwen (L); Wei Giu n.e. (P), Li Jing 9 (S), Wang Qian n.e. (S), Wang Jiamin n.e. (C).

Con Hui Ruoqi tornata regolarmente in posto 4 in coppia con Xu Ruoya, e Zhang Changning schierata nel suo ruolo naturale di opposta, lo Jangsu sfrutta il fattore campo e trascinato dai 17 muri di squadra (5 a testa per Changning e per la centrale Wang Chenyue) rifila un secco 3-0 al Tianjin e allunga così la serie a Gara 4. Tra le fila delle ospiti, che questa volta non hanno potuto contare sul solito apporto della cubana Carrillo (ferma a “soli” 12 punti), altra prova negativa della bulgara Yaneva, anche oggi partita titolare ma relegata in panchina già nel corso del 1° set.

Finale 3°-4° posto: Gara 4 (23 gennaio)
Bayi – Shanghai 1-3 (25-22, 19-25, 17-25, 19-25) Serie 1-3
Bayi Army: Shen Jingsi 2 (P), Zhu Linfen 11 (O), Liu Yanhan 18 (S), Wang Yunlu 12 (S), Yuan Xinyue 19 (C), Chen Yao 7 (C), Huang Liuyan (L); Qi Lin 0 (P), Wang Qi 0 (O), Fan Linlin 2 (S), Yuan Weiyu n.e. (S), Wang Yan 3 (C).
Shanghai: Ji Xioachen 1 (P), Pavan 10 (O), Usic 28 (S), Zhang Yichan 13 (S), Xu Jiujing 17 (C), Ma Yunwen 12 (C), Wang Weiyi (L); Bian Yuqian 0 (P), Zhang Lei 1 (O), Yang Jie n.e. (S), Qin Siyu 1 (S), Zhu Huijing n.e. (C).

Nonostante la strepitosa prova a muro della forte centrale della nazionale Yuan Xinyue (13 muri vincenti sui 21 di squadra), il Bayi Army (che per la prima volta nella stagione ha deciso di schierare titolare Zhu Linfen al posto dell’opposta Wang Qi) finisce per capitolare in casa contro lo Shanghai di Usic e Pavan, il quale, trascinato dagli attacchi della schiacciatrice croata (top scorer del match con 28 pt) e dalla buona prova delle due centrali Xu Jiujing (6 muri) e Ma Yunwen (tornata nuovamente titolare dopo l’infortunio rimediato in allenamento alla vigilia delle finali), si aggiudica la finalina per la medaglia di bronzo chiudendo così la stagione al terzo posto in classifica.

Calendario finali 1°-2° posto
26 gennaio: Gara 4: Jiangsu – Tianjin (Serie 1-2)
Ev. Gara 5: Jiangsu – Tianjin

Formula finali
Gara 1 e Gara 2 in casa della squadra peggio piazzata; Gara 3 ed eventuali Gara 4 e Gara 5 in casa della squadra meglio piazzata.