Cina F: Scudetto al Tianjin di Zhu Ting e Hooker. Non basta il ritorno di Lippmann

Dodicesimo scudetto per il Tianjin di Hooker, Zhu Ting e Li Yingying

Finale 1°-2° posto: Gara 3 (14 gennaio)
Shanghai – Tianjin 1-3 (25-22, 16-25, 14-25, 19-25) Serie: 0-3
SHANGHAI: Lippmann 22, Larson 15, Yang Jie 8, Qin Siyu 6, Zhang Yuqian 6, Bian Yuqian 1, Wang Weiyi (L); Zhang Lei 3, Zhang Yichan 1, Jiang Jing 1, Mi Yang 0. N.e.: Zhong Hui, Wang Xinyao, Huang Jiayi (L).
TIANJIN: Hooker 18, Li Yingying 18, Zhu Ting 15, Wang Yuanyuan 8, Yao Di 2, Li Yanan 1, Meng Zixuan (L ric), Liu Liwen (L dif); Wang Ning 6, Yang Yi 0. N.e.: Yu Junwei, Yuan Yumo, Chen Xintong, Wang Yizhu.

CINA – Non basta allo Shanghai di Larson il rientro in gran fretta della tedesca Lippmann, scesa in campo a meno di 48 ore dalla finale del Preolimpico di Apeldoorn e autrice comunque di un’ottima prova con 22 punti e il 45% in att. Sospinto dalla migliore Hooker della stagione (18 punti e il 57% in att.) il Tianjin delle due stelle cinesi Zhu Ting (15 pt.) e Li Yingying (18 pt.) si aggiudica infatti anche gara 3 di finale e conquista così il dodicesimo scudetto della propria storia (l’ultimo nel 2018, gli altri dieci tra il 2003 e il 2016). Dopo il flop al Mondiale per club, chiuso addirittura all’ultimo posto, arrivano dunque i frutti della campagna faraonica effettuata in estate dalla società, che chiude il brevissimo campionato senza aver mai incassato nemmeno una sconfitta (13 vittorie su 13 incontri). Per Zhu Ting (rientrata in patria dopo le ultime tre stagioni al Vakifbank) si tratta del primo titolo cinese dopo i tanti anni passati tra le fila del modestissimo Henan.

Dopo Bartsch (Vakifbank), Dixon, Rourke, Kosheleva (Minas?), Rabadzhieva, Mammadova e Newcombe, anche Lippmann (Casalmaggiore?), Larson e Hooker tornano ora sul mercato.

Finale 7°-8° posto: Gara 3 (14 gennaio)
Shandong – Bayi 3-1 (20-25, 25-21, 25-21, 25-15) Serie: 2-1
SHANDONG: Song Liqi 15, Yang Hanyu 13, Zhang Qian 13, Sun Jie 9, Mei Xiaohan 3, Qian Jingwen 1, Song Xinyu (L); Song Meili 20, Du Qingqing 7. N.e.: Wang Nan, Guo Huizhen, Huang Xiaoyan, Wang Menjie (L).
BAYI: Shi Peixin 19, Wang Yunlu 17, Yuan Xinyue 14, Zhang Shiqi 6, Ouyang Qianqian 6, Zhou Yujie 3, Wang Fei (L); Tian Yue 3, Yuan Weiyu 1, Jiao Dian 1, Zhu Mengdi 0. N.e.: Liu Taoxiaoyu, Yang Junjing, Huang Liuyan (L).

Sempre questa mattina si è giocata anche la definitiva gara 3 per decretare il 7° posto in campionato: a spuntarla è stato lo Shandong (privo del libero Wang Mengjie), vincente in 4 set sul Bayi di Yuan Xinyue che paga le assenze per infortunio di Liu Yanhan e Gao Yi.

Formula
Finale scudetto al meglio delle 5 partite: Gara 1 (7 gen) ed eventuali Gara 4 (18 gen) e Gara 5 (21 gen) in casa della meglio piazzata; Gara 2 (11 gen) e Gara 3 (14 gen) in casa della peggio piazzata. Finali per il 3°, 5° e 7° posto al meglio delle 3 partite.

Sostieni Volleyball.it