Cisterna: Si rinforza il team pontino. Arriva il croato Petar Dirlic

430

CISTERNA – Già in rosa da qualche settimana Petar Dirlic, schiacciatore opposto croato, è stato tesserato dalla Top Volley Cisterna. Proveniente da Vibo Valentia potrà giocare solo dopo la terza di campionato.
Dirlic arriva alla corte di coach Fabio Soli per arricchire il reparto offensivo, affiancandosi al canadese Arthur Szwarc.
Nel frattempo il club sta ancora valutando i tempi di recupero di Krick.
“Sono molto felice – spiega un motivato Dirlic – perché rimango nel campionato più forte del mondo e potrò lavorare di nuovo con i migliori giocatori, penso di poter ancora progredire e Cisterna è il posto perfetto per questo”.

Cresciuto nel vivaio della Mladost Kastela, in carriera ha vinto sette titoli nazionali in Croazia e Slovenia, con la maglia del Lubiana ha conquistato anche tre coppe slovene e due Mevza Cup, aggiudicandosi anche il riconoscimento Mvp nell’ultima edizione. Giovanissimo ma con grande esperienza internazionale avendo partecipato a competizioni europee come la Champions League, Cev e Challenge Cup. La scorsa stagione Dirlic è arriva in Italia alla Tonno Callipo Vibo Valentia dove ha collezionato 32 presenze mettendo a segno 61 punti, fa parte del team della nazionale croata ed ha già raggiunto i compagni al Palasport di Cisterna dove ha iniziato ad allenarsi con la sua nuova squadra.

“A me è piaciuto da subito perché si è messo a disposizione della squadra, pur arrivando da un’estate di totale inattività”. Questo il commento di coach Fabio Soli che potrà contare su Petar Dirlic dalla quarta giornata di campionato. “Voglioso di dimostrare di meritare una chance in un roster di Superlega. Un ragazzo fantastico, si è integrato nel gruppo, educato, gentile e soprattutto è un buon giocatore, nel senso che come tutti quegli atleti che vengono da quell’area geografica, sa giocare a pallavolo. Pur essendo giovane, è un ragazzo del 1997, sa interpretare bene tutte quelle che sono le fasi meno scontate del volley. Abile tecnicamente, ha una bella battuta, è bravo a muro e attacca la palla molto veloce, così ho chiesto alla società di metterlo sotto contratto. Sarà molto utile sicuramente in allenamento, ma anche, quando ce ne sarà la possibilità, dato che sino alla quarta giornata non potrà giocare, di dare il suo contributo anche in campo durante le gare di campionato”.

 

Sostieni Volleyball.it