Civitanova: Blengini si presenta. Massaccesi sul doppio incarico: “Noi contro, ma era una battaglia persa…”

3580

CIVITANOVA – Nel corso della conferenza stampa odierna, zoom meeting riservato ai giornalisti, coach Gianlorenzo Blengini, di nuovo al timone della Cucine Lube Civitanova dopo aver già guidato la squadra nelle stagioni 2015/16 e 2016/17 conquistando uno Scudetto e una Coppa Italia, ha parlato del suo ritorno in biancorosso, degli obiettivi principali e delle priorità.

Blengini ha fatto un excursus sulla situazione. Subito molto concentrato sul presente e prossimo futuro, zero passato. “La prima cosa che mi ha detto patron Giulianelli è l’avermi ricordato che mi aveva detto ‘ci vediamo presto’ ma non pensava così presto…’. Decisione inaspettata, mi concentro sul presente”

A chi chiede di giocatori da utilizzare e squadra, il coach chiarisce: “Giovani importanti non solo nel sestetto, c’è Yant ma anche Kovar, ora però non si possono fare troppe considerazioni. E’ un compito difficile con grandi vantaggi. Ingiusto fare proclami senza essere entrato in profondità della squadra”.

Non ci saranno modifiche e integrazioni nello staff:  “In questo momento quello che era fatto è fatto bene”. Il tecnico non vuole “aggiungere troppo tematiche importanti in poco tempo… Bisogna centrare bene le priorità…”
C’è da “svolgere buon lavoro per direzione squadra a sviluppare pallavolo più alto livello possibile”

Durata contrattuale? “Non è il momento… semmai ne parlerà la società”. Il contratto, specifica l’ufficio stampa del club, “ha come durata anche la prossima stagione”

In vista della sfida più difficile, il ritorno con lo Zaksa… “Lavoro su come giochiamo noi, più che sugli avversari, obiettivo giocare con la propria qualità al massimo del potenziale”. Per una “impresa complicata”.

Sul doppio incarico: “Il contratto lo permetteva, ma come in altre occasioni, prima di tutto, ne ho parlato con il Presidente Federale e con il futuro presidente,  ne ho informato tutti, non per atto dovuto ma per una mia professionalità onesta intellettualmente”.

Arriva alla guida di una supercar che appena un mese fa ha vinto la coppa Italia. “Confesso di aver l’idea che ci siano problemi extra tecnici, sulle qualità individuali non ho dubbi… Però quanto questo incida su questioni tecniche e di condizione non sono in grado di dirlo”.

Albino Massaccesi, vicepresidente del club, a fine conferenza, interviene sul doppio incarico e sui malumori espressi in maniera più o men esplicita da diversi club di Superlega tra fine stagione e volley mercato.
“Queste situazioni si sono verificate sempre nel tempo. Noi abbiamo sempre sostenuto la battaglia contro il doppio incarico ma constatato che fosse una battaglia persa, oggi abbiamo fatto questa scelta, ricordando però che anche nel recente passato siamo stati noi, più volte, a dare il nostro allenatore alla nazionale”.

Sui malumori di altri club: “Giusto che altre società abbiano perplessità, nessuno può negare il pensiero altrui. In Lega Pallavolo discutiamo da tempo di questo temi, non se ne esce”.

Sostieni Volleyball.it