Civitanova: Bruno verso il trittico di gennaio. “Sfide dure, dimostriamo la nostra crescita”

Bruno Mossa De Rezende, regista della Lube, 2 luglio 1986 (età 32 anni)
Bruno Mossa De Rezende, regista della Lube, 2 luglio 1986 (età 32 anni)

CIVITANOVA –Ci attende un trittico di gare molto difficile in trasferta a Perugia, in Polonia e a Trento – dice Bruno RezendeC’è attesa per queste partite dove c’è tanto da divertirsi giocando contro tre squadre fortissime, con grandissimi talenti e tanti campioni. Iniziamo dal PalaBarton di Perugia, un campo molto caldo dove si gioca un match che conta parecchio per la classifica: noi continuiamo a lavorare come ogni giorno per continuare a crescere e tenere un livello di intensità sempre più alto. Queste tre gare ci faranno vedere in che condizione siamo e ci daranno un ulteriore punto di riferimento, un target su cui puntare ancora”.

“E’ ovvio che le tre gare che ci attendono siano importanti per le classifiche sia di SuperLega che di Champions League – prosegue il regista brasiliano – Per il campionato italiano è fondamentale arrivare nei primi due posti per la griglia Play Off, per avere l’opportunità di giocare più spesso in casa, mentre in Europa sappiamo di essere in un girone di ferro dove passa certamente solo la prima in classifica: vincere in Polonia significherebbe mettere una parte di piede nella prossima fase. Saranno gare con momenti difficili, soffriremo, ma vanno affrontate nelle miglior maniera possibile, questo atteggiamento sarà decisivo anche per il futuro”.

“Perugia, specialmente quando gioca in casa, è fortissima in battuta – spiega Bruno, pensando più in particolare alla sfida di sabato pomeriggio in Umbria – Ha attaccanti molto importanti, uno dei palleggiatori più bravi del mondo, è ben allenata, insomma di fronte al suo pubblico si vorrà rifare della sconfitta contro Trento. L’obiettivò di entrambe le formazioni è rimanere attaccati al primo posto in mano ai trentini, un target importante. Credo che la Lube sia in continua crescita, dobbiamo avere più regolarità nei momenti importanti, ma questa partita, contro una delle squadre probabilmente più forti al mondo, è una grande opportunità per dimostrare che la squadra sta migliorando”.

Sostieni Volleyball.it