Civitanova: Simon tra scudetto e nazionale cubana. Ed ora: “Siamo pochi, speriamo Fefè non mi ammazzi… di lavoro”