A1 F.: Conegliano mette la quinta: 3-0 a Perugia. 10 muri, Egonu MVP

335

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (18-25, 15-25, 21-25)

PERUGIA – Nessuna sorpresa al Pala-Barton, dove la Imoco Volley Conegliano rispetta il pronostico, superando in 76 minuti di gioco la Bartoccini Fortinfissi Perugia, e restando a punteggio pieno dopo 5 giornate. La formazione di Santarelli ha controllato la sfida, cancellando l’unica macchia della passata stagione, in cui la sola battuta d’arresto, seppur in formazione ampiamente rimaneggiata, era arrivata proprio sul taraflex perugino. Terza sconfitta consecutiva per le ragazze di Bovari, obbligate a riscattarsi nello scontro diretto del prossimo turno contro Bergamo.

PIU’ E I MENO – Conegliano vince la sfida in attacco (31% a 54%), tenendo percentuali alte anche in ricezione (54% a 73% di positività). Mvp Egonu, a segno 17 volte (60%); in doppia cifra anche Adams ed Ortolani. Sedici punti al centro per la Imoco, solo 5 per la Havelkova (35%). Nessun ace da ambo le parti, con le ospiti che sbagliano più al servizio (11 errori).

LA CHIAVE – E’ il muro l’arma vincente di Conegliano, che ne mette a terra 10, contro i 2 perugini; sugli scudi Egonu e Fahr (tre a testa), c’è gloria anche per De Kruijf, Gicquel, Wolosz e Sylla.

SESTETTI – Bovari lascia fuori Angeloni e si affida a Di Iulio-Ortolani diagonale di posto due, Aelbrecht e Koolhaas al centro, Havelkova e Carcaces a schiacciare e ricevere e Cecchetto libero. Gardini risponde con Wolosz in regia ed Egonu opposta, Fahr e De Kruijf centrali, Sylla e Mckenzie Adams in banda e De Gennaro a guidare la seconda linea.

LA PARTITA – Equilibrio in avvio (5-5), poi Conegliano strappa da posto tre (6-9); Carcaces accorcia, l’Imoco però tiene le distanze (8-11) con Egonu (top-scorer a quota 5). Sylla allunga il gap (13-17), De Kruijf spegne le speranze di rimonta (15-21); Ortolani risponde, ma è Sylla ad ordinare il cambio campo.

Il muro fa subito la differenza nel secondo set (0-3); Egonu ne mette altri sette col 71%, dall’altra parte vanno a segno solo Havelkova (due centri) ed Ortolani (cinque), che tengono a galla Perugia ancora per qualche minuto (10-11). Fahr al servizio allarga la forbice a dismisura (10-18), alzando la saracinesca anche a muro (12-21); girandola di cambi che non cambiano l’inerzia, ed è proprio una subentrata, Gicquel, a firmare il raddoppio.

Tira e molla nella terza frazione, fino al muro di Sylla (5-7) e l’attacco di Egonu (6-9), che fanno scappare Conegliano; il cambio palla sistematico non modifica il divario (11-14), allargato poi da Fahr (tre su quattro in attacco, 13-18). Entrano Caravello, Gennari e Gicquel, Perugia alza i giri e torna sotto con De Kruijf (19-21); nelle fila ospiti rientrano i pezzi da 90, Carcaces ha la palla per impattare, ma è ancora Fahr a togliere le castagne dal fuoco (21-23); Egonu ferma Ortolani e fa scorrere i titoli di coda.

Sostieni Volleyball.it