B M.: Florigel Andria – Sampress Nova Volley 3-1

    FLORIGEL ANDRIA – SAMPRESS NOVA VOLLEY 3-1 
    FLORIGEL ANDRIA: Andriano 15, Carelli 21, Cripezzi G. Cripezzi A., Fiorillo, Rubino, Bernardi 4, Pepe (L), Bernardi, Caldarola 8, Losito (L), Bernardi, Di Rienzo, Porro 9, Paradiso 8. All. Pepe
    SAMPRESS NOVA VOLLEY: Giuliani 3, Stoico 8, Orazi, Torregiani 1, Alessandrini 1, Ferri 1, Scuffia 20, Massaccesi 9, Spescha 8, Nobili 7, Dignani (L) Leoni (L). All. Giannini
    PUNTI: 21-25 (25’); 25-15 (22’); 27-25 (29’); 25-16 (23’)
    ARBITRI: Curci e Pellè

    ANDRIA – Seconda sconfitta esterna consecutiva per la Sampress Nova Volley che mai in questa stagione era caduta per due volte. Merito di un’ottima Florigel Andria che ha meritato i 3 punti confermandosi in un buonissimo momento di forma soprattutto tra le mura di casa.

    I pugliesi hanno dimostrato maggiore fame di punti e grinta sia nel fondamentale di difesa che nel cambio pallla. Dopo un avvio equilibrato del match la Florigel ha preso vantaggio ma il turno al servizio di Spescha ha ricucito e consentito il sorpasso ai ragazzi di coach Giannini capaci di sfruttare anche qualche errore di troppo in attacco dei bianchi di casa per chiudere 25-21.

    Nel secondo set invece di premere sull’acceleratore la Sampress ha subito l’aggressività fin dal servizio di Carelli e compagni andando sotto senza riuscire a recuperare perdendo 25-15.

    Il tecnico di Loreto ha provato a cercare soluzioni anche nella sua panchina senza trovarle. Il 3’ set è stato il momento decisivo del match ma Loreto ha abbassato le percentuali d’attacco lasciando via libera ai vantaggi alla Florigel nonostante i turni al servizio di Spescha e Ferri che hanno allungato il parziale senza indirizzarlo però mai verso la metà campo loretana.

    Nel 4’ set, sulla scia dell’entusiasmo, le percentuali in attacco dei padroni di casa sono rimaste alte, 51% a fine partita di squadra compresi i 21 punti dell’opposto di casa Carelli, e il match è andato presto in archivio.

    Per la Sampress la battuta d’arresto è pesante ed è arrivata nonostante in settimana coach Giannini avesse messo in guardia i suoi ragazzi per le insidie di un match da prendere con le molle.

    Ora si tratta di ripartire e già domenica in casa il derby contro Osimo deve essere l’occasione da non fallire per riprendere il cammino verso un posto nei playoff ancora tutto da conquistare ma ampiamente alla portata dei neroverdi.

     

    Sostieni Volleyball.it