B M: la WiMORE scappa, si fa riprendere poi esulta al tie-break

    126

    Partita dai due volti per la truppa di Raho che, avanti 2-0, subìsce la rimonta di Moma Anderlini ma riesce a spuntarla in volata e si presenta alla sosta natalizia al secondo posto

    La WiMORE Energy Parma ritrova il successo in trasferta in casa di Moma Anderlini, dove per la terza volta consecutiva è necessario il tie-break (20-25, 16-25, 26-24, 25-16, 12-15) a dirimere le sorti dell’incontro. Una soluzione impensabile dopo i primi due set vinti in scioltezza e in maniera brillante ma il black out tra il terzo e il quarto parziale ha rimesso in carreggiata i modenesi, la cui rimonta è stata fermata a metà dalla reazione d’orgoglio dei gialloblù che arrivano alla sosta natalizia del campionato nazionale di Serie B al secondo posto a meno cinque dalla capolista Stadium Mirandola, complici i rinvii causa Covid dei match delle dirette concorrenti San Martino e Viadana. Una prestazione dai due volti, che ha messo in luce pregi e difetti di un gruppo capace, dalla seconda giornata in poi, di muovere sempre la classifica e di interrompere il digiuno lontano dalle mura amiche che durava dallo scorso 13 novembre a Ferrara. Coach Raho presenta le novità Colangelo in regia e Schivazappa al centro che completano il sestetto assieme all’opposto Bartoli, al duo CudaMaletti in banda, all’altro centrale Bussolari e al libero Andreini, il collega Bicego, privo dell’acciaccato Andreoli, schiera Giuriati al palleggio, Marchesi opposto, gli schiacciatori Oliva e Soli, i centrali Alberghini e Federico Bombardi e Golinelli nel ruolo di libero che scattano meglio dai blocchi piazzando tre punti di fila con l’ace di Bombardi, il muro di Soli e la diagonale di Marchesi che valgono il 4-7 iniziale. La WiMORE, però, è in partita e non si lascia sorprendere: l’ace di Cuda e il muro di Maletti fissano la parità (10-10), il muro e la diagonale dello stesso Cuda (16-14) certificano l’allungo consolidato da Bartoli (17-14). Sul 18-15 Muroni dà il cambio a Bussolari al servizio poi il muro di Schivazappa consente di mantenere un margine essenziale (20-17) coronato dall’ace di Bartoli (24-20) e dal primo tempo di Bussolari (25-20). In un momento decisamente favorevole agli ospiti che scappano via subito in apertura di secondo parziale: a scavare il solco ci pensano l’ace e la “pipe” di Cuda (5-2) oltre alla fast di Bussolari (8-4) che precede quella del compagno di reparto Schivazappa (12-6). Bicego prova a rimescolare le carte, inserendo, nell’ordine, Degoli, Fiandri, Pecorari e Odorici, ma il pallonetto di Maletti (17-11) e l’ace di Colangelo (22-14) preparano il terreno al doppio vantaggio legittimato dal muro di Bartoli (25-16). Un’altra battuta vincente di Colangelo (3-0) illude i suoi in principio di terzo set, in cui Anderlini appare più combattiva tanto da restare aggrappata nel punteggio con il turno di Degoli dalla linea dei nove metri (4-4) e non si spaventa neppure quando Bartoli schiaccia a terra il 12-9 in quanto Oliva ancora al servizio riequilibra i conti (14-14). Il nuovo mini allungo di Parma porta la firma di Bussolari (16-14), c’è Codeluppi al posto di Maletti, ma la diagonale di Soli (17-18) conduce al sorpasso in un testa a testa sul filo del rasoio risolto ai vantaggi da Oliva (24-26) alla seconda palla set che riapre i giochi. Il finale del parziale precedente, contraddistinto da alcuni errori e dalla mancanza di lucidità in certi frangenti, si ripercuote in toto sul quarto che comincia già in salita: lo 0-5 di Marchesi costringe Raho a chiamare il time out e poi ruotare i suoi uomini (dentro Codeluppi e Boschi rispettivamente per Maletti e Colangelo), mosse che, però, non riaccendono la luce e non riescono a rianimare la squadra sopraffatta dall’ace di Soli (6-13) e dal primo tempo dell’ottimo Federico Bombardi (8-16) che contribuisce ad amplificare  il divario (8-18). Il ritorno di Maletti e gli ingressi di Ferraguti, autore di due punti in rapida successione, e Muroni sono le ultime annotazioni di un quarto set a senso unico, chiuso da Oliva (16-25). La conferma di Boschi è la sola novità del tie-break, che la WiMORE affronta con la cattiveria giusta fin dai primi scambi: Maletti regala il 5 a 3 poi è Cuda a garantire il rassicurante più tre (8-5) al cambio campo. Il numero 10 gialloblù si rende protagonista di un ace (11-7) e di un colpo da seconda linea (12-7) che danno la possibilità di gestire al meglio il muro di Bombardi (12-9) prima del definitivo 15-12 determinato da un’invasione sotto rete degli avversari su un attacco di Cuda. Lo schiacciatore Marco Maletti, ex della sfida, analizza così un pomeriggio dalle mille emozioni, partito bene ma complicatosi alla distanza. “E’ stata una bella partita, sicuramente dura, loro sono stati molto bravi a non ammorbidirsi troppo dopo esser andati sotto di due set. Noi ci abbiamo messo del nostro perché dobbiamo essere molto più bravi a finalizzare quelli che sono i nostri vantaggi mentre purtroppo nel terzo parziale abbiamo preso uno scivolone e ci siamo alleggeriti pensando di aver già vinto la partita. Anche il quarto è stato un po’ lo specchio del finale del precedente ma devo dire che al tie-break siamo stati bravi a tornare su. L’avvio convincente? Abbiamo lavorato dopo la brutta sconfitta di sabato scorso, in settimana ci siamo messi lì concentrandoci sui nostri punti deboli e in parte si è visto in campo ma ci manca ancora quella continuità che dovrebbe caratterizzare il nostro gioco. Già aver concluso l’anno solare con una vittoria è un lato molto positivo così andiamo in vacanza un po’ più sereni. Il mio ritorno da ex al PalAnderlini, nella palestra in cui sono cresciuto, è stato abbastanza emozionante, anche nella passata stagione ero venuto qui con San Martino ma stavolta è stato ancora più bello grazie alla presenza dei tifosi”. Dopo la sosta natalizia la WiMORE Energy Parma tornerà in campo sabato 8 gennaio alle 17,30 al PalaRaschi per affrontare il Viadana Volley, che si trova a cinque lunghezze di distanza ma deve recuperare le ultime due partite rinviate causa Covid.

    Qui, di seguito, il risultato ed il tabellino della partita tra Moma Anderlini e WiMORE Energy Parma valida per la decima giornata del girone E del campionato di Serie B maschile:

    Moma Anderlini-WiMORE Energy Parma 2-3 (20-25, 16-25, 26-24, 25-16, 12-15)

    MOMA ANDERLINI: Giuriati, Marchesi 15, Soli 16, Oliva 12, F.Bombardi 18, Alberghini 4, Golinelli (L), Degoli 4, Fiandri, Pecorari 2, Odorici, Accorsi (L). N.e. Andreoli. All.: Bicego-R.Bombardi

    WiMORE ENERGY PARMA: Colangelo 3, Bartoli 30, Cuda 21, Maletti 13, Bussolari 10, Schivazappa 4, Andreini (L), Muroni, Codeluppi 1, Boschi, Ferraguti 2. N.e. Gentile, Barbieri (L). All.: Raho-Civillini

    ARBITRI: Marco Pernpruner (Verona)-Valentina Tassini (Verona)

    RISULTATI DECIMA GIORNATA GIRONE E SERIE B:

    Querzoli S.Volley Forlì-Niagara 4 Torri Ferrara 3-0 (25-13, 25-21, 25-23)

    Viadana Volley-Sab Group Rubicone rinviata

    Kerakoll Sassuolo-Modena Volley rinviata

    Moma Anderlini-WiMORE Energy Parma 2-3 (20-25, 16-25, 26-24, 25-16, 12-15)

    National Transport Villadoro-Ama San Martino rinviata

    Consar Ravenna-Stadium Mirandola 2-3 (25-18, 27-25, 19-25, 10-25, 9-15)

    CLASSIFICA GIRONE E:

    Stadium Mirandola 26; WiMORE Energy Parma 21; Ama San Martino* 19; Nat.Transport Villadoro*, Viadana Volley**, Querzoli S.Volley Forlì 16; Sab Group Rubicone* 15; Moma Anderlini 14; Kerakoll Sassuolo* 10; Consar Ravenna 9; Niagara 4 Torri Ferrara 4; Modena Volley** 1.

    *una gara in meno

    **due gare in meno

    INTERVISTA MARCO MALETTI (SCHIACCIATORE WiMORE ENERGY PARMA)

    Sostieni Volleyball.it