B M.: Mattioli, “Ora possiamo riprogrammare la preparazione”

    86

    Il secondo allenatore della WiMORE Energy Volley Parma sulla nuova data d’inizio del 23 gennaio 2021. “Speriamo sia quella buona, abbiamo tenuto duro e continueremo a farlo”

    Ora c’è l’ufficialità: il campionato nazionale di Serie B maschile, già posticipato due volte a causa dell’emergenza Covid-19, scatterà il prossimo 23 gennaio 2021 ma per conoscere la nuova formula e, di conseguenza, il calendario aggiornato bisognerà attendere il Consiglio Federale della Fipav in programma il 27 novembre. La WiMORE Energy Volley Parma, che si era radunata a fine agosto e aveva svolto alcuni test prima della sospensione, continua le sue sedute in palestra agli ordini del coach Alberto Raho, coadiuvato per la seconda stagione consecutiva dal vice allenatore Marcello Mattioli pronto a proiettarsi sui due mesi di lavoro che separano la squadra dal travagliato debutto tra i cadetti. “Il fatto di sapere quando si comincerà può agevolare lo staff tecnico, in precedenza erano già state indicate altre due date di partenza (il 7 e il 21 novembre) e speriamo che la terza sia quella buona. Ora inizieremo a riprogrammare la preparazione in previsione di questa nuova data”.

    Come sta la squadra dal punto di vista mentale?

    “Siamo sicuramente vogliosi e desiderosi di sviluppare una preparazione finalizzata ad un obiettivo che è quello dell’esordio in campionato. Stiamo bene, abbiamo tenuto duro fino ad ora e continueremo a farlo”.

    Quali indicazioni hanno fornito i test sostenuti finora?

    “Sono andati abbastanza bene, abbiamo visto tante cose da migliorare e su cui lavorare in palestra però sono situazioni di gioco che dobbiamo affinare non molto prima dell’inizio ufficiale ma solo quando saremo un pochino più avanti nel tempo”.

    A livello personale cosa significa la prima esperienza da vice allenatore in Serie B?

    “E’ un’ulteriore riconferma di ciò che so che mi piace fare, direi che a partire da questo livello mi trovo ancora più a mio agio e quindi non vedo l’ora di poter lavorare anche sulla preparazione delle gare”.

    Sostieni Volleyball.it