B M, Rodella: “Test utili per capire a che punto siamo”

    76

    Lo schiacciatore della WiMORE Energy Volley Parma commenta i due allenamenti congiunti con Mantova: “Nel secondo meglio il cambio palla, non abbiamo subìto break”

    Un piccolo passo in avanti rispetto al primo test di venerdì scorso, pur consapevoli che da qui al 7 novembre, data d’esordio nel campionato di Serie B maschile, ci siano ancora ampi margini di miglioramento. Dopo il ko di Cerese, la WiMORE Energy Volley Parma chiude in parità con il punteggio di 2-2 (25-22, 25-22, 19-25, 25-27) il secondo allenamento congiunto stagionale contro il Gabbiano Top Team Mantova, disputato ieri sera a campi invertiti al PalaRaschi di Parma. Tre i match ball non concretizzati nel finale del quarto e ultimo set che, però, non stravolge le buone impressioni destate dalla squadra di coach Raho, al lavoro in palestra da appena tre settimane e mezzo. In avvio il sestetto era composto da Colangelo in palleggio, Magnani opposto, capitan Grassano e Rodella come schiacciatori, Miselli e Smiriglia al centro e Colombo nel ruolo di libero poi la consueta girandola di cambi per testare più soluzioni in vista dell’inizio ufficiale della nuova stagione. Una lunga marcia d’avvicinamento commentata così da Emanuele Rodella, classe ’90, bresciano di Montichiari, arrivato in estate dal Valtrompia Volley e autore di dodici punti nella seconda uscita a porte chiuse di fronte ai mantovani. “Sicuramente abbiamo fatto due buone prestazioni, visto anche il momento della stagione, e al di là del risultato questi test ci servono, soprattutto, per capire a che punto siamo e su cosa dobbiamo migliorare. Rispetto al primo allenamento congiunto della scorsa settimana, siamo stati molto bravi nel cambio palla, non avendo mai subìto un break, e come all’andata possiamo fare meglio in certi aspetti”.

    Come sta procedendo la preparazione nel complesso?

    Il lungo stop ha causato qualche acciacco, specialmente tra i giocatori più esperti, cerchiamo, innanzitutto, di rimetterci in forma e di stare bene”.

    Cosa ti aspetti da questa stagione?

    “L’ambizione è di fare un campionato di vertice, sappiamo di affrontare squadre forti che vogliono vincere come noi ma puntiamo in alto”.

    Come ti trovi a Parma?

    Per adesso bene, non sono nemmeno troppo lontano da casa. Però Parma è davvero una bella città”.

     

    Sostieni Volleyball.it