B1f A: Big match al PalaCoim: la Chromavis Abo riceve la capolista Futura Giovani Busto, fin qui imbattuta

    Nella foto di Stefano Moroni, un momento del match d’andata tra Futura Volley Giovani Busto e Chromavis Abo

    OFFANENGO – Le sfide più impegnative sono anche le più affascinanti, con il tasso di difficoltà alle stelle che da un lato non rende la vita facile, ma dall’altro regala grandi stimoli e voglia di stupire. Domenica alle 18 i riflettori del girone A di B1 femminile saranno puntati sul PalaCoim di Offanengo, dove andrà in scena il big match tra la Chromavis Abo e la capolista Futura Volley Giovani Busto. La classifica e i numeri inquadrano bene lo scenario: le neroverdi cremasche sono quinte in graduatoria e arrivano da sette successi consecutivi, restando in piena scia delle primissime posizioni. Busto, invece, sta aggiornando di continuo il libro dei record, arrivando a Offanengo non solo con il primo posto, ma con un eloquente 15 su 15 nella casella vittorie.

    La sfida contro la Futura aprirà il lungo ciclo di ferro che di fatto deciderà le sorti della stagione della Chromavis Abo, desiderosa di restare in lotta fino alla fine per il salto di categoria. Arriva la capolista, dunque, con Offanengo che proverà a far leva sul PalaCoim e sul calore dei tifosi per regalarsi un’impresa. Nella preparazione, però, nulla è cambiato in casa neroverde, come conferma il tecnico Leonardo Barbieri, fin qui grande protagonista sulla panchina cremasca con 7 vittorie su 7 perdendo solo un set.

    “Per noi – spiega Barbieri – l’aspetto principale è affrontare tutte le partite allo stesso modo, al di là dell’avversario; la squadra lo sta facendo bene e questa è la cosa più positiva. Domenica, comunque, sfideremo una squadra con una classifica che parla chiaro. Busto fa bene entrambe le fasi e a mio avviso ha nella rosa ampia e completa il valore aggiunto ai massimi livelli in categoria”.

    “In settimana – aggiunge l’allenatore della Chromavis Abo – abbiamo lavorato con grande intensità, cercando di migliorare alcune situazioni di ricostruzione per essere più precisi, oltre ovviamente a studiare le caratteristiche dell’avversario di turno. La Futura ha un trio laterale molto preciso e noi dovremo esserlo altrettanto nel muro-difesa”.

    Sabato scorso a Torino Offanengo aveva dovuto sopperire all’assenza forzata di Lisa Cheli nella vittoria a domicilio del Parella. La centrale toscana – vittima di una distorsione alla caviglia destra –  resta in forte dubbio per il match contro la Futura. “Sicuramente – conclude Barbieri – sarà a disposizione per l’impegno successivo”.

    L’EX – Nelle fila della Chromavis Abo milita un ex di turno: la palleggiatrice cremasca Gaia Raimondi, classe 1985 e nella scorsa stagione in forza alla Futura con cui ha vinto il campionato di B2 e la Coppa Italia di categoria. Oltre a coach Lucchini, Gaia ritroverà sei ex compagne di squadra: la palleggiatrice Cialfi, la schiacciatrice Rrena, l’opposta Francesconi, la centrale Rigon e i liberi Danielli e Franchi.

    “Sono giocatrici forti – spiega la Raimondi – lo hanno dimostrato lo scorso anno dominando il campionato e anche nelle loro precedenti esperienze tra B1 e A2. Sapevo potessero far bene anche in questo campionato insieme al resto della rosa. Uno dei punti di forza della Futura è la panchina, dove per esempio ci sono Rigon e Francesconi che hanno dimostrato di poter dare in gara un contributo più che positivo alla squadra. Questo ha permesso a Busto di raddrizzare anche alcune partita dove tutto non girava al meglio. L’ambiente è sereno, lo conosco, la società non mette pressione e ha piena fiducia nell’allenatore. Domenica mi aspetto una vera e propria battaglia, noi abbiamo la voglia di rifarci dopo la partita d’andata soprattutto perché giochiamo in casa. Speriamo ci sia un grande pubblico che ci spinga a far bene”.

    L’AVVERSARIO – La Futura Volley Giovani Busto Arsizio è una società distinta dall’UYBA Busto Arsizio che milita in A1, avendo però in comune – nel corso degli anni – l’impegno della famiglia Forte, ora in prima linea nella Futura. Nonostante l’etichetta di matricola, la Futura – dotata di un roster di primo piano – ha conquistato solo vittorie in questo campionato di B1, con 15 successi in altrettante partite e 43 punti in cascina su 45, con soli 2 tie break comunque vinti a Vigevano e in casa contro Lilliput.

    Diverse le individualità di spessore, a partire dalla palleggiatrice Caterina Cialfi (1995), per 5 anni nei roster tra A2 e A1 con Vicenza e Busto. Al centro c’è l’esperienza di Giulia Salvi (1984), in A2 a Ostiano, Ornavasso (con l’opposta della Chromavis Abo Veronica Minati), Sala Consilina e Chieri, società – quest’ultima – da dove proviene l’opposta Sofia Moretto (1995), reduce dalla promozione in A1 della scorsa stagione. In posto quattro, infine, spazio a Serena Zingaro (1993), lo scorso anno arrivata alle porte dell’A2 con Settimo Torinese (insieme alla regista della Chromavis Abo Cecilia Nicolini) e che ora è tornata nella società che l’ha lanciata in orbita.

    In panchina c’è Matteo Lucchini, allenatore confermato dopo la promozione dello scorso anno. “Arrivati a questo punto della stagione – spiega Lucchini – mi sono reso conto come la squadra abbia un equilibrio molto buono nei reparti e riesca a compensare una mancanza con qualcos’altro. In una sera per esempio dove magari il muro non funziona bene, facciamo meglio in battuta. Inoltre, riusciamo a mettere in campo un pizzico di cattiveria che ci ha permesso di girare a nostro favore alcune partite, come accaduto per esempio nel tie break contro Settimo, dove eravamo sotto 12-9. Cerchiamo sempre di spingere sull’acceleratore; per vincere contro di noi le squadre devono fare qualcosa di importante perché siamo un osso duro. Il nostro obiettivo è sempre stato fare il massimo in ogni partita e ora non cambia”. Quindi aggiunge. “All’andata noi giocammo una buonissima partita, mentre Offanengo aveva il peso di dover vincere e dopo quella sconfitta ne ha subite altre quattro in un periodo ravvicinato con un calendario che non aiutava. Ora c’è stato il cambio al timone e con Barbieri la nave sta navigando bene. Adesso è una Chromavis Abo diversa nella consapevolezza e la ritengo una squadra non ancora fuori dai giochi, pur dovendo cercare di vincere per voler stare in alto. Per noi sarà una partita durissima”. All’andata, la battuta fu determinante per la Futura. “E’ il primo fondamentale d’attacco e credo che anche Offanengo faccia molto bene al servizio. Il match partirà da lì”.

    GLI ARBITRI – A dirigere l’incontro tra Chromavis Abo e Futura Volley Giovani Busto saranno il primo arbitro Riccardo Pavanello e il secondo arbitro Gianfranco Plantamura.

    Sostieni Volleyball.it