B1f A: La Chromavis Abo inizia il girone di ritorno ospitando l’Arredo Frigo Makhymo

    Nella foto (Pallavolo Acqui) un momento della sfida d'andata tra Arredo Frigo Makhymo e Chromavis Abo

    OFFANENGO – Ripartire dimostrando che il week end di sosta non ha inceppato il trend positivo di risultati e la crescita mostrata nell’ultimo periodo. Domenica alle 18 al PalaCoim di Offanengo la Chromavis Abo inizia il proprio cammino nel girone di ritorno del campionato di B1 femminile (girone A) ospitando le piemontesi dell’Arredo Frigo Makhymo.

    La formazione allenata da Leo Barbieri ha varcato la boa di metà stagione con il quinto posto in classifica a quota 25 punti e un filotto di cinque vittorie consecutive perdendo solo un set. L’ultimo successo risale a due settimane fa sul campo della Tecnoteam Albese (0-3), con i tre punti che hanno permesso a Porzio e compagne di chiudere l’andata migliorando di un posto la propria classifica. Dopo la sosta, Offanengo prova a ripartire con il piede schiacciato sull’acceleratore, ma lo stesso discorso vale per la squadra di Acqui Terme, reduce da sei vittorie consecutive.

    Una sfida tra due squadre in salute, verrebbe da dire. “Per l’aspetto psicologico – commenta coach Barbieri – è un momento importante per le due formazioni. L’unica differenza, forse, riguarderebbe un nostro eventuale successo che complicherebbe la loro corsa verso i play off”.

    Attenzioni, comunque, concentrate su Offanengo. “Non dobbiamo cambiare il nostro atteggiamento, mettendo in campo sempre intensità, determinazione e anche tranquillità a prescindere dalla posizione in classifica. Ho a disposizione una squadra matura, con giocatrici grandi professioniste: si vede come si allenano, si preparano e studiano le partite e credo che questo sia un valore aggiunto”. Quindi inquadra la partita in arrivo. “Dal punto di vista tecnico e tattico, Acqui Terme può contare su una giocatrice importante come Alice Martini, che ho già allenato alla Sanitars Metalleghe e che ho avuto anche per un mese in allenamento a Crema nell’inizio di stagione di A1. In attacco è una macchina da punti e contribuisce a un potenziale offensivo di squadra molto alto, anche con le centrali, con Mirabelli spesso tra le migliori marcatrici. Il tutto con una palleggiatrice molto fantasiosa e difficile da leggere. Di conseguenza, sappiamo cosa dobbiamo fare per affrontare una squadra così”. “Abbiamo lavorato tanto in ricezione – conclude il tecnico della Chromavis Abo – e i frutti si sono visti, con le percentuali delle tre ricettrici molto alte in queste ultime partite. Anche in battuta stiamo crescendo, non solo al salto spin ma anche in float, soprattutto in termini di precisione. Sarà una partita veramente difficile, ma bella da giocare”.

    L’AVVERSARIO – L’Arredo Frigo Makhymo è la formazione di Acqui Terme che sta disputando il suo terzo campionato consecutivo di B1 dopo le tranquille salvezze delle due precedenti avventure. In panchina è stato confermato il tecnico Ivano Marenco, mentre pressoché è invariato il giovane roster, integrato quest’anno dalla laterale Olimpia Cicogna (dal Parella) e del libero Bianca Oddone, promossa dal vivaio locale. Il faro d’esperienza, invece, è l’opposta Alice Martini, classe 1987, già in roster lo scorso anno dopo l’esperienza a Vigevano e in passato anche in serie A2 a Trento, Mazzano, Ancona e Piacenza. Diverse le giovani di valore, tra cui la palleggiatrice Sofia Cattozzo (1999) e la banda Roxana Pricop (1998).

    In classifica, Acqui occupa la nona posizione con 19 punti all’attivo, con una distanza pressoché identica dalle due zone: + 13 su quella retrocessione e -12 da quella play off.

    “I risultati – afferma coach Marenco – dicono che si affrontino due squadre in salute, poi è tutto da capire. Offanengo ha una marcia in più e nel girone d’andata l’unica partita dove non ho mai avuto la sensazione di essere in partita è stata proprio contro la Chromavis Abo. Noi eravamo all’esordio e in difficoltà, con alcune problematiche di rosa che poi siamo riusciti a risolvere strada facendo, recuperando per esempio una giocatrice fondamentale come Martini.  Anche Offanengo ha avuto poi un periodo di difficoltà che ora appare superato. Nella scorsa stagione, l’unica partita dove siamo andati in grande difficoltà in trasferta è stata proprio quella del PalaCoim”.

    GLI ARBITRI – A dirigere l’incontro tra Chromavis Abo e Arredo Frigo Makhymo saranno il primo arbitro Alessio Fini e il secondo arbitro Iole Campanile.

    Sostieni Volleyball.it