B1f A: La Chromavis Abo insegue una nuova impresa al PalaCoim: arriva il Don Colleoni

    Nella foto Molaschi, un momento del match d’andata al PalaTerme tra Don Colleoni e Chromavis Abo
    Nella foto Molaschi, un momento del match d’andata al PalaTerme tra Don Colleoni e Chromavis Abo

    OFFANENGO – Nelle ultime, recenti settimane al PalaCoim non c’è spazio per gli sbadigli, anzi il termometro dell’entusiasmo (e delle presenze) segna febbre alta e contagiosa. Dopo gli spettacoli offerti contro la capolista Futura Busto (3-0) e Florens Re Marcello Vigevano (terza forza battuta 3-1), la Chromavis Abo (sempre quinta in classifica) è pronta a un nuovo match di cartello in B1 femminile, dove domenica alle 18 al palazzetto di Offanengo ospiterà le bergamasche del Don Colleoni, quarte a +2 sulle neroverdi cremasche.

    Quarta contro quinta, dunque, con due squadre desiderose di rimanere in scia alla zona play off e rincorrendo soprattutto Vigevano, terza e attesa sabato dal viaggio a domicilio della capolista. Per la Chromavis Abo, il copione settimanale non cambia: concentrarsi sul proprio match, cercare di conquistare più punti possibili e poi tirare le somme alla fine. Offanengo arriva all’appuntamento con un ruolino di marcia di dieci vittorie nelle ultime undici partite (unico ko a Lecco), l’ultima centrata in rimonta sabato scorso a Settimo Torinese (dal 2-1 e due match ball per il Lilliput al 2-3 neroverde).

    A presentare la partita sulla sponda cremasca è coach Leo Barbieri. “Trescore è una formazione con una batteria di attaccanti molto importante e in questo fondamentale è completa; da qui si vede una distribuzione equa e che coinvolge molto anche i centrali, capaci di fare la differenza. Bisognerà prestare molta attenzione alle nostre scelte a muro, oltre a essere precisi nella correlazione muro-difesa. Per quanto ci riguarda, invece, cerchiamo di recuperare da qualche acciacco con una serie di piccole distorsioni alla caviglia che hanno caratterizzato questo periodo. Arriviamo all’appuntamento con il morale in crescita: le vittorie aiutano e ci stanno dando certezze, ora la forza di questa squadra è che riesce a uscire vincente anche nelle difficoltà, superandole anche quotidianamente in allenamento. Siamo convinti di poter dire la nostra. Giocheremo in casa, abbiamo un pubblico in crescita e che vive la partita con emozione e coinvolgimento: questo ci aiuta a dare ancora qualcosa in più”.

    L’AVVERSARIO – Il Don Colleoni è attualmente quarto in classifica con 41 punti, due in più di Offanengo, mentre Vigevano (terzo e in zona play off) è a quota 45. Sabato scorso le bergamasche hanno dato battaglia contro al capolista Futura Busto, cedendo solo ai vantaggi del tie break nell’entusiasmante battaglia del PalaTerme. Trescore è allenata per il primo anno da Andrea Ebana, giovane tecnico piemontese che vanta già esperienze importanti, come per esempio quelle in Germania con il Dresdner (Coppa di Germania vinta da assistant coach) e con il Potsdam, oltre a esser stato assistente a Urbino in A1 e secondo allenatore della nazionale femminile ungherese.

    Il 6+1 base bergamasco vede in cabina di regia l’ex Serena Milani (lo scorso anno a Offanengo), Barbara Varaldo (ex Parella) opposta, mentre in posto quattro la diagonale è un mix tra l’esperienza di Angela Gabbiadini (classe 1992, già in A1 e A2 con Bergamo vincendo la Supercoppa italiana nel 2011) e il giovane talento di Chiara Pinto, cresciuta nelle giovanili della Foppapedretti. Vivaio orobico anche nelle carriera della centrale Michela Gallizioli, nel cuore della rete insieme a Irene Colombi (lo scorso anno a Lurano), mentre il libero è la giovane Beatrice Rota.

    “Stiamo facendo – commenta coach Ebana – un grande campionato, in pochi all’inizio ci accreditavano come potenziale concorrente per i play off, soprattutto per la giovane età: 20 anni quella media. Siamo contenti e ora dobbiamo pensare a una partita alla volta, poi si tireranno le somme alla fine. Per Offanengo prima parlava la carta, ora anche i risultati: con il cambio di allenatore ha avuto un ruolino di marcia di altissimo livello e ha espresso sempre meglio le proprie ambizioni. La qualità non si discute, Offanengo ha tutto: fisicità in primis, esperienza, oltre a valori tecnici e tattici”. Quindi aggiunge. “La Chromavis Abo arriverà carica a questo appuntamento; io ritengo sia un match importante, difficile, ma non impossibile, e allo stesso momento credo sia una gran partita, ma non “la partita” dell’anno, anche perché ce ne sono altre ancora da giocare. A  mio avviso, vincerà chi saprà capire meglio gli indirizzi diversi che prenderà la partita. Occorrerà essere bravi a interpretare i momenti del match”.

    L’EX – La palleggiatrice del Don Colleoni, Serena Milani, tornerà da avversaria al PalaCoim, la sua “casa” nella scorsa stagione con Offanengo, dove non solo ha festeggiato la salvezza, ma anche il sorprendente approdo ai play off in B1. “Domenica – commenta la regista veronese classe 1996 – sarà una partita importante per tutte e due le squadre, desiderose di prendere più punti possibili per ambire ai play off. Per me sarà una partita più sentita delle altre in quanto ex di turno, ma non vedo l’ora di giocarla e mi darà una carica in più. Al PalaCoim c’è un pubblico caloroso e mi ricordo come le avversarie della scorsa stagione vedevano come difficile affrontare Offanengo in casa. Questo ci caricherà anche perché pure noi abbiamo un bel pubblico. I ricordi? Belli, ho trascorso una bella stagione e ho stretto amicizie importanti in un ambiente che mi ha fatto crescere”.

    Sostieni Volleyball.it