B1f. B: Camilla Gerosa (Chromavis Abo): “Colpita dall’immediato affiatamento del gruppo”

    63
    Nella foto di Francesco Jacini, Camilla Gerosa (Chromavis Abo) durante il raduno al PalaCoim di Offanengo

    OFFANENGO – E’ uno dei tanti volti nuovi e con i suoi 19 anni da compiere domenica è tra le giocatrici più giovani della rosa neroverde, profondamente rinnovata in vista della quarta stagione in B1. Nel cuore della rete della Chromavis Abo c’è spazio anche per Camilla Gerosa, centrale classe 2001 al suo primo anno a Offanengo, provenendo da Lecco. La giocatrice brianzola (originaria di Birone di Giussano) analizza la prima settimana e mezzo di preparazione agli ordini dello staff tecnico guidato da coach Dino Guadalupi.

    “Le prime sensazioni sul lavoro – commenta Camilla – sono buone, eravamo ferme da tantissimo tempo e anch’io nei mesi scorsi non sempre sono riuscita a stare quotidianamente attiva, per esempio quando ero impegnata nella maturità scolastica. Ora comunque stiamo iniziando in modo graduale e la preparazione sta procedendo bene”.

    Le prime impressioni sulle dinamiche di gruppo, invece? “Siamo insieme ancora da poco, una settimana e mezzo dal raduno, ma mi sto trovando molto bene in quello che è il mio primo anno fuori da casa. Tra compagne di squadra ci vediamo anche fuori dalle sedute di allenamento e questo aiuta a conoscersi maggiormente”.

    Come ti trovi nell’ambiente del Volley Offanengo? “Ho avuto una buonissima impressione della società,  molto organizzata, ma già lo sapevo e quindi non sono sorpresa: ho solo trovato effettivi riscontri positivi. Anche con gli allenatori (Dino Guadalupi e il vice Guido Marangi, ndc) mi trovo  molto bene e mi sento a mio agio in questa ripresa graduale di lavoro”.

    Cosa invece ti ha sorpreso? “Sono rimasta colpita dall’affiatamento che abbiamo avuto subito in questo gruppo che è nuovo”.

    Il sapore della ripartenza. “C’ è tanta voglia di stare in palestra da parte di ognuna di noi, me compresa, visto che non facevo da sei mesi questa vita”.

    Volley ma non solo. “Devo iniziare l’Università e a giorni conoscerò quale sarà il mio percorso effettivo di studi”.

    Sostieni Volleyball.it