B1f. B: Il Volley Offanengo saluta il libero Alice Giampietri

    64
    Nella foto di Alessandro Soragna, Alice Giampietri con la maglia della Chromavis Abo

    OFFANENGO –  Il Volley Offanengo 2011 saluta Alice Giampietri, libero classe 1995 nata a Sarzana (La Spezia) che nelle ultime due stagioni ha indossato la maglia della Chromavis Abo nel campionato di B1 femminile. Arrivata nell’estate 2018, Alice è risultata protagonista nel cammino che ha portato Offanengo a sfiorare l’A2, arrendendosi solamente nella finale play off contro Montale. Analogo discorso nell’ultima stagione, chiusa forzatamente in anticipo a causa del Coronavirus e dove la Chromavis Abo si trovava in testa al girone B al momento della sospensione, oltre ad aver maturato la qualificazione alla Final four (poi non disputata per la pandemia-Covid 19). Ad Alice vanno i più sentiti ringraziamenti per il biennio ricco di soddisfazioni e l’in bocca per il suo futuro.

    IL SALUTO DELLA GIOCATRICE – “Ho rivisitato un po’ le mie priorità – spiega Alice Giampietri – e mi sono accorta che ora ho bisogno di prendermi i miei spazi e portare avanti una nuova strada, quella dello studio universitario, che col tempo ho capito essere più mia. Non è un addio definitivo alla pallavolo, non la sto lasciando del tutto, ma nel senso non ripartirò più come giocatrice, non rifarò la valigia e non metterò il volley come priorità delle mie cose. Questa decisione è stata frutto di un’intensa riflessione e non certo una scelta a cuor leggero, ma sento sia quella giusta da prendere in questo momento: giocare a pallavolo senza dare il 100% di me non è quello che mi sento di fare e non è giusto  nei confronti di questo sport”. Quindi aggiunge. “A Offanengo ho trascorso due anni belli e intensi. E’ impossibile descrivere la mia prima stagione, dove abbiamo fatto una cosa eccezionale a livello di gruppo e società, arrivando a giocare fino a giugno la partita più importante quando a dicembre non ne avevamo minimamente idea di arrivarci, forse non ci speravamo neanche. Anche quest’anno, nonostante la partenza a rilento, avevamo raggiunto traguardi importanti e avremmo potuto toglierci la soddisfazione, per chi era rimasto dall’anno prima, di coronare il sogno di Offanengo. In ogni caso, di questa avventura non mi porto dietro solo le emozioni vissute in campo: è stata la cornice intorno che mi ha fatto amare questo paesino che puoi girare tranquillamente a piedi. Ho trovato persone che mi hanno trasmesso tanto affetto che sarà impossibile dimenticare, inoltre Offanengo è stato anche rivelatorio perché mi ha fatto capire quanto mi piaccia insegnare alle bambine (ha svolto il ruolo di allenatrice di S3, minivolley, ndc), quanto sia bello educare e aiutare le piccole a migliorarsi. Sarà impossibile dimenticare questa piazza, non escludo di fare qualche scappata qualche domenica sperando di rivedere tante persone a cui sono legata. Ringrazio ovviamente anche la società Volley Offanengo 2011, molto attenta a noi giocatrici e che non ci ha mai fatto mancare nulla”.

    Sostieni Volleyball.it